La Classe A di Mercedes non sparirà dalla circolazione

Mercedes ha diffuso una nota ufficiale con la quale ha smentito categoricamente le indiscrezioni che parlavano di un imminente addio alla Classe A.

0
172
Mercedes smentita Classe A
La Mercedes Classe A non andrà in pensione (screenshot Instagram).

Mercedes smentisce tutti e afferma con decisione che la sua Classe A non uscirà affatto di scena nei prossimi anni. Nei giorni scorsi era circolata un’indiscrezione secondo cui dopo il 2025 la compatta tedesca (uno dei modelli più venduti sul mercato) sarebbe andata fuori produzione per sempre. Una voce diffusa soprattutto dal quotidiano tedesco Handelsblatt, alla quale la casa della Stella ha voluto replicare, rispedendola con forza e chiarezza al mittente.

“Continueranno ad esserci modelli compatti di Mercedes-Benz”

Mercedes ha rilasciato un comunicato ufficiale nel quale ha evidenziato che la sua Classe A non andrà affatto in pensione dopo il 2025. L’azienda automobilistica tedesca si è soffermata solo su questo punto, evitando di commentare quelle che ha definito “speculazioni” sulle sue prossime vetture. Nella nota diffusa dall’Ansa si legge che, come comunicato il 19 maggio durante la presentazione delle strategie future: “Verrà ridotto il nostro portafoglio di modelli entry-level dagli attuali 7 a 4 in futuro. Le informazioni e le presentazioni dei modelli specifici saranno comunicate a tempo debito, ma ciò che è decisivo è che in futuro continueranno ad esserci modelli entry-level compatti di Mercedes-Benz”.

La Mercedes AMG One con motore da F1 è diventata realtà

“La Classe A e B saranno aggiornate e potenziate”

Proseguendo con i suoi chiarimenti, Mercedes ha affermato: “L’attuale Classe A e la Classe B saranno aggiornate e potenziate nel corso di quest’anno con ampi interventi sul modello. Le nostre auto compatte rimarranno quindi desiderabili per i nostri clienti. Lo stesso vale per gli altri veicoli del segmento compatto anche nel prossimo anno”. Parole chiare e precise, dunque, per non lasciare adito ad eventuali interpretazioni errate. In questo modo, la società di Stoccarda ha voluto smentire categoricamente tutto ciò che si era detto su un addio ormai imminente alla Classe A. Ora siamo in attesa di ulteriori notizie su quelli che saranno gli aggiornamenti delle popolari vetture compatte della casa della Stella.