Cizeta Moroder: all’asta un esemplare che…suona

RM Sotheby's mette in vendita il primo esemplare della supercar appartenuta al compositore Giorgio Moroder

0
354
cizeta moroder

Giorgio Moroder è noto per la sua reputazione da compositore, ma a lui è legato anche il fato di un piccolo marchio del mondo dell’auto: la Cizeta. Questa casa ha realizzato nei primissimi anni 90 una supercar esclusiva, la V16T, prodotta in soli dieci esemplari. Il primissimo modello di questa macchina esotica appartiene proprio a Moroder, anche se non per molto. Infatti, l’esemplare sarà messo all’asta da RM Sotheby’s, in occasione dell’evento che si svolgerà il prossimo 27 gennaio a Phoenix, in Arizona. Per chi non avesse idea di cosa stiamo parlando, facciamo una velocissima backstory.


Buick GNX: la muscle car a motore “piccolo” all’asta


Cos’è una Cizeta Moroder?

Giorgio Moroder è socio di questa casa automobilistica nata sul finire degli anni 80. L’altro socio è Claudio Zampolli, ex collaudatore e ingegnere della Lamborghini. Questi si è trasferito a Los Angeles, e sogna di realizzare una supercar tutta sua. Decide quindi di prendere il foglio bianco e di progettarsela, ma non tutta da solo. Per il design si rivolge ad un guru del settore, Marcello Gandini. Quest’ultimo adotterà delle linee spioventi che poi riutilizzerà per la Lamborghini Diablo, di cui la V16T è considerata un prototipo. Meccanicamente, il motore è di quelli che ti aspetti da una vettura esotica, e cioè fuori dall’ordinario. In posizione centrale troviamo un sedici cilindri a V, aspirato, da 6 litri. La potenza è di 540 CV, sufficienti per spingere la macchina a 328 Km/h, con un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in 4 secondi. Il cambio è manuale a cinque rapporti, la trazione è solo posteriore. La V16T è esposta ai saloni di Los Angeles e Ginevra del 1989, con la dicitura di Cizeta Moroder. La produzione di serie inizia nel 1991, con le vetture che riportano la sola nomenclatura di Cizeta. Dopo nove esemplari, la costruzione termina nel 1995, e con essa la vita di questo piccolissimo costruttore di supercar.

L’esemplare all’asta

Il modello di pre-serie, quello esposto ai saloni, è quello che finirà all’asta. Il modello è riconoscibile per la scritta Cizeta Moroder che è in bella mostra sul pannello posteriore, cosa che non si trova negli esemplari di serie. La verniciatura è bianco perla, e gli interni sono di pelle rossa, con alcune differenze rispetto alle V16T regolarmente vendute. Dopo le varie esposizioni, la vettura è rimasta nelle mani di Giorgio Moroder, il quale l’ha affidata all’officina di Bruce Canepa per il restauro, su suggerimento di Jay Leno. Il team di Canepa ha rimesso in strada la macchina, con alcune modifiche per renderla fruibile nell’impiego regolare (ad esempio hanno aggiunto delle protezioni anti calore davanti ai serbatoi). Il musicista è l’unico proprietario della vettura, che di fatto è un esemplare unico. All’asta saranno vendute anche numerose Ferrari, delle Porsche ed una Ford GT del 2019.


Link all’asta