Civita di Bagnoregio: la città candidata Unesco

Civita di Bagnoregio: la città del Lazio candidata Unesco

0
325
Civita di Bagnoregio

Civita di Bagnoregio scala la vetta delle altre città e si presenta come candidata all’Unesco per l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale. La scelta deriva dal Consiglio Esecutivo della Commissione Nazionale italiana.

Civita di Bagnoregio: perché questa città per l’Unesco?

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha commentato con particolare entusiasmo la decisione. Egli ha dichiarato: “La candidatura di Civita di Bagnoregio è il giusto riconoscimento della sinergia tra i diversi attori del territorio. Importante passo verso l’iscrizione di questo sito straordinario nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco”. Ha poi aggiunto: “Ora è importante che il lavoro condiviso fin qui prosegua fino al raggiungimento del risultato, che premia un paesaggio culturale di enorme valore e bellezza”. 

Il Paesaggio culturale di Civita di Bagnoregio

Si tratta del “Paesaggio culturale di Civita di Bagnoregio”, progetto promosso dalla Regione Lazio e dal Comune di Civita di Bagnoregio. Inoltre al progetto ha collaborato il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo. Al lavoro si sono aggiunte anche la coordinazione dell’Ufficio Unesco del Segretariato Generale e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma. Inoltre anche lo stesso Comune di Bagnoregio ha partecipato attivamente. La candidatura sarà sottoposta, attraverso la Rappresentanza italiana presso l’Unesco, alla valutazione degli organismi consultivi del Comitato del Patrimonio Mondiale. L’esito sarà riportato nei lavori del Comitato nel 2022.

La soddisfazione di Nicola Zingaretti

“La candidatura di Civita di Bagnoregio è una bellissima notizia che ci riempie di orgoglio“. Così esordisce Nicola Zingaretti per poi aggiungere e ricordare: “Risale al maggio 2015 il nostro primo appello per sostenere la candidatura di Civita a Patrimonio Unesco a cui aderirono migliaia di cittadini e oltre 150 personalità del mondo della cultura, dell’arte e dello spettacolo”. Il Presidente della Regione Lazio ha altresì detto che il lavoro su Bagnoregio è annoso. Infatti tutta la giunta regionale laziale ha dedicato tempo e attenzione alla candidatura. Finalmente il momento è arrivato e con sé il bisogno di riscattare la bellezza dei territori.


Portici di Bologna Patrimonio UNESCO. Terminata la visita dell’ispettore Poisson

UNESCO lancio manifesto: decennio del mare


Commenti