Cingolani: “Approccio nuovo per la crescita dell’ambiente”

0
310

Roberto Cingolani è il ministro della transazione ecologica all’interno del Governo Draghi. In una recente intervista, ha esposto le proprie idee in merito allo sviluppo e al tempo stesso alla salvaguardia dell’ambiente. Secondo il Ministro non deve essere una questione di status quo ma qualcosa che giovi anche all’innovazione e quindi alla crescita.


L’ innovazione tecnologica per la tutela dell’ambiente


Cosa pensa Cingolani dello sviluppo ambientale?

Il ministro della transazione ecologica, Roberto Cingolani, pensa che sviluppo e innovazione debbano andare a braccetto. Per la crescita e la salvaguardia ambientale è necessaria infatti piena collaborazione e non seguire i vari status quo. Cingolani infatti ritiene che l’ambiente possa essere un importante veicolo di crescita ma perchè questo avvenga bisogna mettere in atto un approccio diverso. Un nuovo approccio che non si basi su divieti continui ma che vada a migliorare ciò che già esiste.

In una recente intervista al “Foglio”, il Ministro ha detto: “È l’approccio che deve cambiare. Per anni, la difesa dell’ambiente è stata trasformata, mi verrebbe da dire spacciata, per una difesa dell’esistente e trasformata in qualcosa da mettere in contrapposizione con il progresso, con la crescita, con il benessere. L’approccio nuovo, quello che stiamo tentando, penso possa essere questo: fare dell’ambiente un volano della crescita, non della decrescita. Superare la stagione in cui difendere l’ambiente coincideva con il dire no a tutto e coincideva non con il sostenere la crescita ma con il mantenere le cose come stanno. Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) è stato costruito anche seguendo questo spirito: mettere la protezione dell’ambiente non al servizio dello status quo ma al servizio dell’innovazione e dunque della crescita”.