Cinecittà riapre i battenti il 29 maggio: tutte le misure di sicurezza introdotte

0
395
Cinecittà riapre al pubblico dal 29 maggio.

È il momento della Fase 2 anche per Cinecittà. A partire dal 29 maggio, i set cinematografici di Roma riapriranno al pubblico, ovviamente con una serie di misure di sicurezza da seguire per ridurre i rischi di contagio da coronavirus. Sarà una ripartenza completa, infatti saranno nuovamente disponibili i vari spazi del complesso capitolino: dai grandi set all’aperto al parco centrale dove è possibile ammirare storiche componenti scenografiche come la Venusia, l’imponente testa femminile utilizzata nel Casanova di Federico Fellini. Inoltre riaprirà anche Cinecittà si Mostra, evento organizzato per concedersi un suggestivo viaggio tra i meandri del grande cinema italiano e delle migliori produzioni degli studi romani.

La mostra si dipanerà in due fasi differenti: dapprima il tour con guida specializzata all’aperto che permetterà di ammirare da vicino i leggendari set permanenti dell’Antica Roma, del Tempio di Gerusalemme e della Firenze del 1400, poi si potrà accedere in piena autonomia egli edifici storici degli studi cinematografici, dove sarà possibile vedere filmati esclusivi, costumi di scena, e recarsi nelle sale interattive dedicate ai mestieri del cinema.

Riparte l’evento Cinecittà si Mostra.

Giancarlo Di Gregorio, direttore di Cinecittà si Mostra, ha dichiarato che la riapertura della Hollywood sul Tevere con tutte le sue iniziative e le aree all’aperto che negli anni sono state calcate da grandi nomi del panorama cinematografico internazionale, è la dimostrazione di quanto in questo periodo tutti abbiano continuato a lavorare e ad impegnarsi per farsi trovare pronti alla fine del lockdown. Il dirigente ha ricordato che Cinecittà non rappresenta solo il fiore all’occhiello italiano per quanto riguarda l’intero comparto del cinema, ma anche un importante polo espositivo-museale che è in costante ampliamento dal 2011.

Cinecittà festeggia il suo compleanno

Di Gregorio ha sottolineato che la ripartenza degli Studios capitolini – ovviamente con regole nuove, legate alle norme di contrasto all’epidemia da coronavirus – consentirà ai visitatori di tornare ad ammirare le bellezze di Roma con intelligenza e senso di responsabilità. Inoltre ha anticipato che prossimamente ripartiranno i progetti rivolti ai giovani e alle famiglie.

Cinecittà: le regole di accesso in vigore dal 29 maggio

Nel pieno rispetto della normativa vigente in merito alle misure di contrasto al Covid-19, i vertici di Cinecittà in vista della riapertura del 29 maggio hanno introdotto alcune regole fondamentali da seguire per visitare la struttura e le mostre. Da giugno sarà nuovamente possibile prenotare le visite In Famiglia che danno l’opportunità ad interi nuclei familiari di trascorrere una giornata all’aperto sempre in totale sicurezza per la salute.

Le prenotazioni sono obbligatorie e andranno effettuate via mail all’indirizzo [email protected], mentre i biglietti si dovranno acquistare esclusivamente online, collegandosi al circuito TicketOne. Gli ingressi e le uscite saranno gestiti e ordinati per numero di persone e per fasce orarie. Inoltre, le visite alle mostre oppure ai set monumentali, avverranno seguendo un apposito percorso segnaletico a senso unico, mentre all’entrata ci sarà il personale addetto ai dovuti controlli. È previsto l’obbligo di mascherina per i visitatori ma anche per i dipendenti della struttura.

Riapre al pubblico Felliniana-Ferretti sogna Fellini.

Ricordiamo, infine, che sarà ancora visitabile Felliniana-Ferretti sogna Fellini, la mostra che permetterà di conoscere a fondo l’arte del Maestro romagnolo, inaugurata in occasione del centenario dalla sua nascita. Si potrà ammirare la ricostruzione dettagliata di set cinematografici di alcuni grandi capolavori del regista, e saranno presenti anche oggetti, immagini e installazioni a lui care. L’evento è stato organizzato dallo storico scenografo di Fellini, il tre volte Premio Oscar Dante Ferretti, coadiuvato dalla collega Francesca Lo Schiavo (anche lei premiata per tre volte con l’Oscar).

Commenti