Cina e Russia chiedono revoca sanzioni alla Nord Corea

0
404
Cina e Russia chiedono revoca sanzioni alla Nord Corea

Cina e Russia hanno chiesto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite la revoca delle sanzioni alla Corea del Nord. Il Paese è soggetto a sanzioni delle Nazioni Unite dal 2006 per i suoi programmi nucleari e missilistici balistici.

Cosa chiedono Russia e Cina all’ONU?

La Cina e la Russia hanno chiesto al Consiglio di sicurezza della Nazioni Unite di allentare le sanzioni contro la Corea del Nord. Secondo quanto riportato da Reuters, in una bozza di risoluzione rielaborata Cina e Russia chiedono al Consiglio, composto da 15 membri, di rimuovere le sanzioni “con l’intento di migliorare i mezzi di sussistenza della popolazione civile nella Corea del Nord”. I due Paesi chiedono inoltre di rimuovere il divieto di esportazioni di statue, prodotti ittici e tessili di Pyongyang. Hanno anche richiesto l’abolizione del limite alle importazioni di petrolio. La bozza include la revoca del divieto per i nordcoreani di lavorare all’estero e l’esenzione delle sanzioni per i progetti di cooperazione stradale e ferroviaria intercoreana.

Diversi diplomatici delle Nazioni Unite, parlando a condizione di anonimato, hanno affermato che la bozza di risoluzione aggiornata troverà scarso sostegno. I diplomatici hanno detto che Cina e Russia non hanno ancora programmato alcun colloquio sulla loro nuova bozza di risoluzione. Una risoluzione ha bisogno di nove voti a favore e nessun veto da parte di Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna, Russia o Cina per essere approvata.

La difficile situazione nordcoreana

La Corea del Nord si trova in una difficile situazione di sicurezza alimentare. La nuova bozza di risoluzione farebbe sì che il consiglio riconosca “la difficile situazione dell’economia e dei mezzi di sussistenza della RPDC negli ultimi anni, sottolineando la necessità di rispettare le legittime preoccupazioni per la sicurezza della RPDC e garantire il benessere, la dignità intrinseca e i diritti delle persone nella RPDC”.


Leggi anche: La Corea del Nord conferma il lancio di missili sottomarini