È il campione del mondo Peter Sagan ad aggiudicarsi la terza tappa della Tirreno-Adriatico, sul traguardo di Montalto di Castro. L’iridato della Bora-Hansgrohe ha conquistato lo sprint davanti al campione olimpionico Elia Viviani  (Team Sky) e al belga Jurgen Roelandts  (Lotto Soudal).
Già al km 0 parte in fuga un plotone di uomini composto da Mattia Frapporti (Androni-Sidermec), Andry Grivko (Astana), Mirco Maestri Luca Wackermann (Bardiani – CSF), Iuri Filosi e Kohei Uchima (Nippo-Fantini), Alexis Gougeard (Ag2r La Mondiale).
La tappa è però caratterizzata dal forte vento che spezza il gruppo è riduce piano piano il numero dei fuggitivi.
Rimarranno solamente in quattro e verranno ripresi dal gruppo a 21 km dal traguardo.
La volata finale ha un solo neo: una caduta ha messo fuori dai giochi uno dei protagonisti, Fernando Gaviria (QuickStep Floors).
Nuovo cambio in testa alla classifica generale: la maglia azzurra continua la sua danza all’interno della Bmc e passa sulle spalle di Rohan Dennis.
Domani, sabato 11 marzo, l’attesa tappa in montagna con arrivo sul Terminillo, dove probabilmente usciranno allo scoperto anche gli attesi protagonisti della corsa: Vincenzo Nibali e Nairo Quintana.
Commenti