Ancora lui. Ancora l’irlandese. Un’inarrestabile Sam Bennett mette la firma anche nella terza tappa del Giro di Turchia, la più corta con i suoi 128,6 chilomentri, con l’arrivo posto a Marmaris. Alle spalle de portacolori della Bora – Hansgrohe, l’eterno secondo Edward Theuns, velocista della Trek – Segafredo. Anche in questa frazione un italiano balza sul podio. Questa volta è il turno del giovanissimo Simone Consonni dell’UAE – Team Emirates.

Nonostante la presenza di un’asperità in prossimità dei 10 chilometri al traguardo, il velocista della Bora – Hansgrohe non ha mosso ciglio, conquistando una sorprendente tripletta.

LA GARA. Pronti via e si staccano dal gruppo due corridori. Sono il turco Feritcan Şamlı (Nazionale Turchia), lo statunitense Gregory Daniel (Trek – Segafredo) e il belga Thomas Deruette (WB Veranclassic). Nell’arco di poche pedalate, i due fuggitivi riescono a conquistare un massimo di vantaggio 6’20”. Alle loro spalle, prova ad entrare nella fuga giornaliera anche il brasiliano Lincoln Silva (Soul Brasil Pro Cycling) ma il tentativo si conclude con un nulla di fatto ed il carioca rientra nel plotone. Così i due al comando si accingono a raggiungere l’unico Gpm di giornata, posto ai 95 chilometri al traguardo. È il corridore belga Deruette a superarlo prima di tutti.

Dalle retrovia il gruppo inizia a fare sul serio, inglobando Şamlı e Deruette. Prova a resistere invece il corridore a stelle strisce Daniel, permettendo ai suoi compagni di squadra della Trek – Segafredo, di risparmiare le energie prima dello sprint finale.

Quando mancano 10 chilometri all’arrivo, l’azione di Daniel si conclude. Il gruppo si appresta ad affrontare l’ultima salita di giornata (non classificata come Gpm) compatto. Calma apparente. Infatti, il primo a rompere gli indugi è Edoardo Zardini (Bardiamo – Csf), subito ripreso dall’ottimo lavoro della UAE – Team Emirates. Allo scollinamento dei 3 chilometri al traguardo, si compattano le squadre dei velocisti con la Bora – Hansgrohe in prima linea. Ai 400 metri al termine, prova il colpaccio con una lunghissima volata, Manuel Belletti (Wilier Trisetina – Selle Italia), ma rinviene su di lui, al doppio della velocità. un paziente Sam Bennett che attende il momento propizio per scattare e vincere anche la terza del Giro di Turchia.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here