Cibi afrodisiaci: come riconoscerli

0
573

Sin dall’alba dei tempi, l’uomo ha avuto consapevolezza del fatto che ogni cibo, se assunto in elevate dosi, può generare degli effetti sull’organismo umano. Alcuni cibi in particolare sono ritenuti responsabili di generare nell’uomo effetti afrodisiaci, ossia l’ aumento del desiderio sessuale dell’individuo.

Gli elementi esaltatori della sessualità sono molteplici, ma andiamo per ordine.

I cibi afrodisiaci, (il termine afrodisiaco deriva da Afrodite, dea greca dell’amore), quando assunti rilasciano nell’organismo umano sostanze nutrienti che migliorano lo stato di salute generale degli apparati riproduttivi.

Alla scoperta del Nepal: il nettare allucinogeno

Secondo importanti sessuologi, i cibi afrodisiaci producono dopo la loro assunzione variazioni della temperatura corporea, accelerazione del battito cardiaco e aumento dell’energia fisica.

L’elevata quantità di citrullina, un amminoacido non essenziale, contenuta in cibi come il cocomero, rilassa e dilata i vasi sanguigni.

La feniletelammina, invece, elemento chimico contenuto in elevate quantità nel cioccolato, provoca nell’essere umano una sensazione generale di benessere ed eccitazione.

La lista dei cibi afrodisiaci è lunga, infatti, secondo molti studi ad avere effetti sulla libido dell’essere umano contribuiscono anche cibi come ostriche, fragole, peperoncino, fichi e asparagi solo per citarne alcuni.

Nell’immaginario collettivo il cibo afrodisiaco per eccellenza è certamente l’ostrica, la leggenda vuole che il famoso seduttore del XVIII secolo, Casanova, ne facesse incetta ogni mattina in grandi dosi. Tale frutto di mare contiene elevate quantità di zinco, che contribuisce all’aumento del testosterone nell’uomo, e al tempo stesso è molto ricco di tirosina, un amminoacido responsabile  della  produzione di dopamina, la cui presenza concorre all’aumento della libido.

In generale anche cibi che contengono vitamina C sono ritenuti utili a favorire l’aumento del desiderio sessuale poiché contribuiscono a far fluire al meglio il sangue in ogni parte del corpo, così come gli alimenti contenenti i flavonoidi, polifenoli e antiossidanti responsabili di uno stato di benessere generico nell’uomo e nella donna.

I cibi che fanno bene all’amore a seconda che correggano degli squilibri ormonali, che agiscano da vasodilatatori o che stimolino l’olfatto e il conseguente aumento del desiderio sessuale, sono cibi che vale la pena di provare aldilà della loro efficacia o meno, che può essere soggettiva e dipendere oltre che dalle quantità assunte anche dalla predisposizione genetica di ogni organismo umano.

Commenti