Chievo Verona-Napoli 0-0: azzurri bloccati al Bentegodi

0
197

Secondo pareggio stagionale per il Napoli, anche in questo caso per 0-0, stavolta in casa del Chievo. Al Bentegodi, gli azzurri faticano rispetto alle gare precedenti, anche e soprattutto a causa delle assenze fondamentali di Reina e Ghoulam, rimpiazzati rispettivamente da Sepe e Mario Rui, entrambi debuttanti dal primo minuto (per il primo si è trattato dell’esordio assoluto in questa stagione). Regge bene la retroguardia dei padroni di casa, che si confermano un avversario ostico per qualsiasi squadra, soprattutto tra le mura amiche. Il Napoli mantiene il primato in classifica con 32 punti, ma ora il distacco dalla seconda, la Juventus (vittoriosa per 2-1 in rimonta in casa contro il Benevento), è di un solo punto. I gialloblu, dal canto loro, ottengono un punto prezioso in ottica salvezza e salgono a quota 16 punti.

L’osservato speciale della gara è Mario Rui, che ripaga la fiducia di Sarri contenendo al meglio le sgroppate offensive di Cacciatore e i tentativi di inserimento dalle sue parti di Hetemaj. Nel primo quarto d’ora di gioco sono due le azioni degne di nota per gli ospiti, con Hamsik prima e Zielinski poi che provano a mettere in difficoltà Sorrentino. In entrambi i casi la retroguardia clivense se la cava senza problemi. Poco più tardi risponde l’ex di turno Gamberini, che si rende pericoloso in area ma non riesce a sbloccare il punteggio, quindi tocca a Insigne e Callejon sfiorare l’1-0: sulla conclusione del primo si oppone Sorrentino, mentre il secondo calcia a lato. Nella prima frazione di gioco regna l’equilibrio, con entrambe le squadre che provano a costruire qualcosa ma non riescono a pungere nel momento della verità. Si va negli spogliatoi, dunque, sul punteggio di 0-0, risultato più che giusto alla luce di quanto visto in campo nel primo tempo.

Nella ripresa le cose non sembrano cambiare, con il Napoli che tiene in mano il pallino del gioco ma risulta meno determinato e brillante del solito. Dopo circa un’ora di gioco Radovanovic vede Sepe leggermente fuori dai pali e cerca l’eurogol con un gran destro da centrocampo, la traiettoria della conclusione del centrocampista serbo ex Atalanta si abbassa pericolosamente e il portiere azzurro è costretto a rifugiarsi in angolo. Poco dopo Sarri getta nella mischia Maggio, rilevando Mario Rui e spostando Hysaj sulla corsia di sinistra, quindi Allan prende il posto di Zielinski e, a dieci minuti dal termine, arriva una chance anche per Ounas, con Callejon che lascia il campo. Gli azzurri continuano ad assediare la porta di Sorrentino, ma non riescono a colpire: l’ultimo tentativo degno di nota è un destro a giro di Insigne allo scadere, ma anche in questo caso il portiere campano dice di no. Finisce dunque 0-0, con il Napoli che paga la mancanza di cinismo e concretezza e una condizione fisica e mentale tutt’altro che ottimale. Inevitabilmente, oltre alle assenze di Reina e Ghoulam, pesa ancora il ko incassato pochi giorni fa contro il Manchester City al San Paolo, gara in cui gli azzurri hanno speso tantissime energie.

CHIEVO VERONA (4-4-2): Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Gamberini, Gobbi; Depaoli (dal 76′ Bastien), Radovanovic, Castro, Hetemaj; Inglese (dall’85’ Stepinski), Birsa (dal 62′ Meggiorini). A disp.: Seculin, Confente, Jaroszynski, Rigoni, Garritano, Gaudino, Bani, Pucciarelli, Pellissier. All. Maran

NAPOLI (4-3-3): Sepe; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui (dal 66′ Maggio); Zielinski (dal 72′ Allan), Jorginho, Hamsik; Callejon (dal 79′ Ounas), Mertens, Insigne. A disp.: Reina, Rafael, Maksimovic, Chiriches, Rog, Diawara, Giaccherini. All. Sarri

Ammoniti: 34′ Radovanovic (C), 34′ Mario Rui, 53′ Zielinski, 81′ Koulibaly (N).

Arbitro: Davide Massa di Imperia.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here