Chi era il killer di al-Qaeda che hanno ucciso

E' stato ucciso di recente un importante killer di al-Qaeda. Ora le autorità cercano di capire quanto fosse importante nell'organizzazione

0
205
killer di al-Qaeda

Pochi giorni fa, il New York Times ha fatto sapere che Abdullah Ahmed Abdullah, killer di al-Qaeda, è stato ucciso in Iran. L’uccisione sarebbe avvenuta per mano di due soldati israeliani e secondo alcune fonti il mandante è l’America. L’omicidio risale ad agosto, ma fino ad ora era rimasto segreto e non è mai stato riconosciuto da al-Qaeda. In molti si stanno chiedendo chi fosse Abu Muhammad al-Masri ( questo era il suo nome di battaglia) e cosa succederà ora ad al-Qaeda. Alcuni analisti americani pensano che, dopo la morte di Masri, i legami tra i leader originari di al-Qaed e la nuova generazione, potrebbero interrompersi.

Chi era il killer di al-Qaeda?

Abu Muhammad al-Masri è nato nell’Egitto del Nord ed era un calciatore professionista. Successivamente, si è unito al movimento jihadista che si occupa di assistere le forze afghane dai tempi dell’invasione sovietica in Afghanistan. Quando i sovietici lasciarono l’Afghanistan, a Masri non fu permesso di tornare in Egitto. Per questo motivo rimase in Afghanistan e si unì a Bin Laden. In particolare, prese parte al gruppo che nel tempo prese il nome di al-Qaeda. Secondo il new York Times è il settimo dei 170 membri fondatori dell’organizzazione. Masri ha contribuito ad addestrare i guerriglieri somali all’uso dei lanciarazzi per attaccare gli elicotteri. Quando alla fine degli anni ’90 al-Qaeda cominciò a svolgere attività terroristiche, Masri era uno dei tre uomini fidati di Bin Laden. Più precisamente, era il capo della sezione operativa dell’organizzazione.

Gli attentati

Secondo le fonti di intelligence, Masri è il responsabile dei due attentati del ’98. In quell’anno, due autobombe esplosero quasi simultaneamente davanti alle ambasciate americane in Kenya e Tanzania. I morti furono 224 e migliaia i feriti. Abu Muhammad al-Masri, è da tempo sulla lista dei terroristi più ricercati del Federal Bureau of Investigation degli Stati Uniti. Secondo molti, sarebbe diventato il prossimo leader di al-Qaeda dopo la morte di quello attuale, Ayman al-Zawahri. Al momento dell’uccisione Masri si trovava in Iran. Questo perché l’uomo faceva parte degli alti funzionari di al-Qaeda che si trasferirono in Iran dopo l’11 settembre. Secondo quanto affermato dal NYT, Masri era sotto la “custodia” dell’Iran dal 2003. Tuttavia, a partire dal 2015, questo viveva liberamente in un sobborgo di lusso a Teheran.

Commenti