Chi è Rossella Muroni, probabile Ministro dell’ambiente

0
957

Nella lista dei Ministri potrebbe figurare l’ex Presidente di Legabiente e deputata di Liberi e uguali. Avrà il compito di traghettare l’Italia verso una riconversione ecologica, andando a ricoprire il ruolo di Ministro dell’ambiente e la tutela del territorio e del mare. Ecco chi è Rossella Muroni

Nel governo di svolta, così come lo definisce il segretario del Pd Zingaretti, non può mancare l’attenzione per l’ambiente. La deputata di Liberi e Uguali, anche in un’ottica di parità di genere, potrebbe essere la figura ideale per accompagnare l’Italia nella lotta all’emergenza climatico. Vediamo nel dettaglio chi è Rossella Muroni e quali sono le sue passate esperienze.

Totoministri Governo Conte-bis: i possibili nomi dell’esecutivo giallorosso

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Rossella Muroni: biografia del probabile nuovo Ministro dell’ambiente e la tutela del territorio e del mare

Classe 1974, Rossella Muroni si è laureata in Sociologia con indirizzo Ambiente e territorio.

Dal 1994 al 1996 responsabile nazionale del Centro Solidarietà del Sindacato studentesco della CGIL.

Successivamente Rossella Muroni entra in Legambiente, dove in un primo momento lavora nell’ufficio stampa, per poi diventare responsabile nazionale delle campagne di informazione a partire dal 2002.

Tensioni al governo. Il grido di incoerenza di Giorgia Meloni

Dal 2007 sarà direttrice generale dell’associazione. Dal 2015 al 2017 ricopre invece il ruolo di presidente nazionale.

Con un curriculum di tutto rispetto sembra dunque essere la persona ideale per ricoprire un ruolo al momento così delicato e importante.

Elezione ed esperienza politica

Rossella Muroni si candida alle elezioni politiche del 2018 per il partito Liberi e Uguali e viene eletta nella circoscrizione Puglia alla Camera dei Deputati.

Nel corso dell’attività parlamentare si impegna per spingere il governo gialloverde al pieno riconoscimento dell’emergenza climatica presentando diverse mozioni.

Si distingue, inoltre, per l’attenzione mostrata nei confronti dei migranti in occasione dello sgombero del centro Cara di Castelnuovo di Porto.

Molti, infatti, ricorderanno la Muroni per essersi messa davanti al pullman che stava trasferendo i migranti a seguito della chiusura del centro di accoglienza. La richiesta della deputata era di avere dei chiarimenti per quanto riguarda il trasferimento dei migranti e la loro destinazione, poiché lo sgombero era stato organizzato in fretta e con pochissimo preavviso.

Migrazione – Cosa cambia con il nuovo governo Conte bis

Perché si potrebbe scegliere Rossella Muroni per il Ministero dell’Ambiente nella lista dei Ministri del nuovo governo

Oltre, come si è già detto, ad avere un curriculum ideale per ricoprire quel ruolo, Rossella Muroni risponde anche all’esigenza di comprendere Leu nel gioco di governo.

I voti da parte di altri partiti, tra cui appunto Liberi e Uguali, sono fondamentali specialmente al Senato, dove la maggioranza è tutt’altro che scontata. Si deve tener conto, infatti, anche della possibilità che alcuni senatori grillini non votino la fiducia al nuovo governo giallorosso. È per questo che si è cercato di allargare la maggioranza al di fuori dei due maggiori partiti di governo.

Essendo il Ministero dell’ambiente così importante in governo che punta a una svolta verde, è possibile tuttavia che venga affidato a un esponente del Pd o del Movimento 5 Stelle. Nella serata di ieri, durante il vertice tra Conte e una delegazione di LeU, si ipotizzava per Rossella Muroni anche il ruolo di Ministro per gli affari regionali.

Ad ogni modo, bisognerà attendere che il Presidente incaricato Giuseppe Conte salga al Colle con la lista dei Ministri da proporre al Presidente della Repubblica, presumibilmente nella giornata di oggi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here