Champions League, Qarabag-Roma 1-2: prima vittoria per i giallorossi, azeri ko a testa alta

0
231

La Roma di Eusebio Di Francesco centra la prima vittoria stagionale in Champions League nella seconda giornata della fase a gironi. Dopo aver fermato l’Atlético Madrid sullo 0-0 all’Olimpico nella prima giornata, i giallorossi battono per 2-1 il Qarabag in trasferta e volano a quota quattro punti in classifica. A sbrigare la pratica azera in quel di Baku ci pensano Manolas e Dzeko, che nel giro di un quarto d’ora chiudono i conti. Il difensore greco apre le marcature al 7′, battendo a rete di testa da pochi passi sugli sviluppi di un tentativo di destro di Pellegrini, mentre il centravanti bosniaco va a segno con un destro potente da posizione ravvicinata su assist di El Shaarawy. Cinque minuti più tardi il Faraone ha la possibilità di calare il tris su suggerimento di Defrel, ma il suo tiro viene ribattuto sulla linea di porta. Stessa sorte per un colpo di testa di Gonalons, poi Sehic blocca una conclusione del suo connazionale Dzeko. Poco prima della mezzora di gioco prova a riaprire la contesa Pedro Henrique, che approfitta di un’indecisione della retroguardia capitolina e fulmina Alisson da pochi passi, rimettendo in discussione il risultato. L’errore decisivo è di Gonalons, che perde il pallone al limite dell’area e permette a Ndlovu di mandare in porta Pedro Henrique. Nel finale della prima frazione, poi, è Sehic a tenere in partita i suoi, opponendosi ai tentativi di El Shaarawy e di Kolarov su calcio di punizione ed uscendo in maniera audace e tempestiva su Defrel, lanciato in porta da Dzeko.

La Roma soffre più del dovuto in Azerbaigian, nonostante la presenza di numerosi giocatori titolari. Di Francesco, infatti, punta su Alisson tra i pali, non rinuncia a Nainggolan nel centrocampo a tre con Gonalons e Pellegrini e schiera Dzeko al centro dell’attacco, con Defrel ed El Shaarawy in suo supporto. Sulle corsie esterne in difesa, invece, trovano spazio Bruno Peres e Kolarov, mentre al centro è Juan Jesus a fare coppia con Manolas. Nella ripresa, poi, l’ex tecnico del Sassuolo lancia nella mischia Florenzi in luogo di Defrel, De Rossi al posto di Gonalons – autore dell’errore decisivo in occasione del gol di Pedro Henrique – e Strootman per Pellegrini. Gurbanov, dal canto suo, approccia al match con un accorto 4-5-1 e nel secondo tempo schiera i suoi in campo con un più offensivo 4-3-3, fiutando la possibilità di pareggiare. In molti si aspettavano una goleada, un match a senso unico, con la Roma a tenere in mano il pallino del gioco e a mettere alle corde il Qarabag: i padroni di casa, però, pur essendo decisamente inferiori dal punto di vista tecnico, hanno messo in campo un mix di grinta e determinazione che a tratti ha spaventato la Roma, incapace di risultare incisiva e cinica in fase offensiva e di sfruttare come avrebbe dovuto e potuto le tante occasioni da gol avute nel corso della gara. Poco male, però, perché i giallorossi portano a casa tre punti pesantissimi in ottica qualificazione agli ottavi, salendo al secondo posto con quattro punti, soltanto due in meno del Chelsea capolista e ben tre in più rispetto all’Atlético Madrid terzo. Ultimo, invece, il Qarabag, sconfitto in entrambi i casi nelle prime due giornate, ma uscito a testa altissima dal confronto con la ben più quotata Roma, sfiorando anche il gol varie volte nella ripresa, in particolare con una conclusione alta di Elyounoussi e un colpo di testa di Ndlovu terminato di poco sul fondo. I tifosi azeri festeggiano nonostante la sconfitta, i giallorossi tornano a casa con più di qualche perplessità e tre punti in tasca.

QARABAG (4-5-1): Sehic; Medvedev, Huseynov, Sadygov, Agolli; Pedro Henrique (dal 75′ Elyounoussi), Richard, Michel (dall’88’ Dani Quintana), Garayev, Madatov (dall’81’ Guerrier); Ndlovu. A disp.: Kanibolotskiy, Amirgulyev, Rzezniczak, Diniyev. All. Gurbanov.

ROMA (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini (dall’81’ Strootman), Gonalons (dal 67′ De Rossi), Nainggolan; Defrel (dal 57′ Florenzi), Dzeko, El Shaarawy. A disp.: Skorupski, Under, Fazio, Gerson). All. Di Francesco.

Marcatori: 7′ Manolas, 15′ Dzeko (R), 28′ Pedro Henrique (Q).

Ammoniti: 39′ Garayev, 41′ Pedro Henrique (Q), 43′ Gonalons (R).

Arbitro: Artur Soares Dias (Portogallo).

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here