La Champions si tinge di azzurro grazie a Mario Balotelli e Ciro Immobile. Il bomber ex Milan sigla il vantaggio con un esterno destro nel 2-1 con cui il suo Liverpool supera il Ludogorets, mentre l’ex attaccante del Torino – al termine di un’azione personale di oltre cinquanta metri – realizza la prima delle due reti che il Borussia Dortmund rifila all’Arsenal. Si ferma invece il Galatasaray di Prandelli, bloccato 1-1 in casa dall’Anderlecht.

Ad Anfield Road, nella prima giornata del gruppo B, i riflettori erano tutti puntati su Balotelli ma, fino a dieci minuti dalla fine, SuperMario si era fatto vedere solo per qualche buono spunto. All’81’, con il risultato inchiodato sullo 0-0 e nel momento di massima difficoltà del suo Liverpool, arriva il primo acuto del bomber italiano con la nuova maglia: un rimpallo vinto a centro area e uno splendido esterno destro che infila la sfera sul palo più lontano. Una scintilla che accende la sfida, visto che il Ludogorets – alla prima apparizione in Champions – trova il pari con Abalo al 91′. La reazione dei Reds è immediata, così al terzo minuto di recupero Manquillo ruba palla al goffo portiere Borjan che lo atterra in area: dagli undici metri Gerrard non sbaglia, il Liverpool festeggia i tre punti.

Al Westfalenstadion il pubblico deve aspettare molto meno per vedere la prima magia in giallonero di Ciro Immobile: il bomber azzurro, infatti, al 45′ riceve palla nella sua metà campo e parte in contropiede seminando due avversari in dribbling e concludendo con un perfetto diagonale che non lascia scampo Szczesny. L’Arsenal prova a reagire, ma le occasioni scarseggiano. Anzi, ad inizio secondo tempo è il Borussia a siglare il definitivo 2-0 con un cinico contropiede orchestrato da Grosskreutz e concluso da Aubameyang, che poco dopo colpirà anche una traversa. Tedeschi in testa al gruppo D, dove a quota 1 si trova il Galatasaray di Cesare Prandelli, costretto a rimontare in casa contro l’Anderlecht: i fischi del pubblico di Istanbul scuotono i giallorossi che, incassata la rete di Praet al 52′, acciuffano il pari al 91′ grazie ad Yilmaz.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here