RB LIPSIA – PORTO 3-2

Lipsia subito pericoloso, tanto da portarsi in vantaggio dopo appena 8’: Willi Orban ribadisce in rete un pallone non trattenuto dal portiere portoghese dopo un tiro di Keita. Porto letteralmente colpito a freddo, la squadra di Coincecao è in difficoltà.

Dopo qualche minuto, i tedeschi hanno l’occasione di raddoppiare con Augustin, che conclude potentemente verso la porta. Pallone deviato, sarà corner.
Gol sbagliato-gol subito: è infatti il Porto a pareggiare i conti al 18’ con Vincent Aboubakar. Rimessa laterale che spiove in area di rigore, doppia sponda e pallone che arriva al prolifico attaccante del Camerun: controllo e tiro da dentro l’area piccola a fulminare Gulacsi.
Nel giro di 2 minuti il Lipsia ha due colossali occasioni per andare nuovamente in vantaggio, ma prima Sabitzer e poi Keita sprecano clamorosamente. Al 38’ però ecco la zampata vincente di Emil Forsberg: il numero 10 serve di tacco Sabitzer, che verticalizza nuovamente per lo svedese. La difesa del Porto mette in atto male il fuorigioco, lasciando libero Forsberg di colpire indisturbato.Al 40’ il Lipsia serve il terzo gol con Jean Kevin Augustin: l’attaccante numero 19, dopo un tocco sbagliato di Marcano, si trova solo davanti al portiere e non perdona.
Nemmeno il tempo per il Lipsia di festeggiare, che il Porto accorcia le distanze con Ivan Marcano: il difensore spagnolo, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si allunga in spaccata e supera Gulacsi.

Nel secondo tempo, è il Lipsia ad andare più volte vicino al quarto gol. Porto che non riesce ad invertire la rotta e segnare il gol del pareggio.

Finisce 3-2, vittoria davvero importante per i tedeschi che ora vedono concretamente la possibilità di qualificarsi come secondi nel girone di Champions League.

 

MONACO – BESIKTAS 1-2

I monegaschi, semifinalisti nella scorsa edizione di Champions League, sfidano al Louis II il Besiktas, capolista nel raggruppamento G a punteggio pieno. Alla squadra di Jardim servirà un deciso cambio di passo dopo aver raccolto un solo punto nelle prime due gare.
4-4-2 per il Monaco con Falcao e Keita Baldé coppia d’attacco. Turchi che rispondono con un 4-2-3-1 con Quaresma, Talisca, Babel sulla trequarti a supporto di Tosun.

Monaco subito in avanti, ma è il Besiktas a rendersi pericoloso prima con Tosun e poi Babel, a cui viene annullato ingiustamente un gol per fuorigioco inesistente.
Nonostante siano i turchi a fare la partita, è il Monaco a passare in vantaggio con Falcao al 30’: accelerazione di Keita, controllo e tiro dell’attaccante colombiano che batte da pochi passi Fabri.
Due minuti più tardi il Besiktas pareggia con Tosun che colpisce perfettamente di testa un ottimo cross di Quaresma.

Finisce 1-1 il primo tempo: turchi molto quadrati e senza fronzoli, Monaco che cerca di controbattere, finora riuscendoci.

Al 54’, Tosun fa doppietta, portando in avanti il Besiktas: palo di Arslan, sulla ribattuta è bravo l’attaccante bianconero a metterla dentro.
Il Monaco cerca di ribaltare il match, ma non riesce ad incidere: finisce 1-2 allo stadio del principato. Monegaschi praticamente fuori dalla corsa alla qualificazione alla fase finale di Champions League, turchi a punteggio pieno dopo 3 giornate.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here