Cessate il fuoco Israele-Gaza: la tregua regge

0
363
Cessate il fuoco Israele-Gaza

Giovedì sera Israele e Hamas hanno annunciato di avere raggiunto un accordo per un cessate il fuoco dopo 11 giorni di conflitto durante i quali sono stati uccisi 232 palestinesi e 12 israeliani. Il cessate il fuoco Israele-Gaza, che è stato mediato dall’Egitto, è entrato in vigore questa notte alle 2 ore locale e per il momento sembra reggere.

Regge il cessate il fuoco Israele-Gaza?

Dalle 2 di questa notte è in vigore il cessare il fuoco tra Israele e Hamas. Per ora la tregua, raggiunta con la mediazione dell’Egitto dopo 11 giorni di battaglia, sembra reggere. Prima dell’entrata in vigore del cessate il fuoco sono stati lanciati circa 40 razzi. Il 90% di questi sono caduti in aree aperte e gli altri intercettati. Secondo quanto riferito da al Jazeera, Hamas ha rivendicato la vittoria. Migliaia di persone sono scese in strada per celebrare il cessate il fuoco nei Territori palestinesi. Il Jerusalem post ha riportato che Khalil al-Hayya, numero due di Hamas, ha dichiarato: “Oggi la resistenza dichiara vittoria sui nemici“. Mentre il Times of Israel parla di migliaia di persone radunate stamani a Khan Yunis, nel sud della Striscia, fuori dalla casa di Mohammed Deif, capo del braccio armato di Hamas.

Israele afferma di aver inflitto un duro colpo ad Hamas

I media israeliani hanno riferito che durante gli scontri, le forze israeliane hanno confermato di aver distrutto più di 100 chilometri della rete di tunnel nella Striscia di Gaza. Inoltre di aver ucciso 225 membri di Hamas e della jihad islamica palestinese, compresi 25 comandanti. I militari hanno anche confermato la distruzione di centinaia di basi di lancio per i razzi e la relativa infrastruttura, oltre alla distruzione di decine di strutture e di vari edifici che il braccio armato di Hamas è accusato di aver utilizzato.

Il portavoce delle forze israeliane (IDF), Hidai Zilberman, ha affermato che l’esercito ha anche gravemente danneggiato la capacità di Hamas di sviluppare e produrre armi. Ha distrutto officine e centri di ricerca, alcuni dei quali sono stati progettati per potenziare le loro armi. Zilberman ha anche detto che oltre 4.300 razzi sono stati lanciati contro Israele durante i combattimenti. Il 90% sono stati intercettati dall’Iron Dome e centinaia di altri sono caduti e sono atterrati all’interno dell’enclave costiera. 

Biden promette di aiutare nella ricostruzione di Gaza

Il presidente degli USA, Joe Biden, ha promesso di ricostituire la fornitura israeliana Iron Dome e di aiutare a ricostruire la Striscia di Gaza in un breve discorso tenuto alla Casa Bianca poco dopo l’annuncio che era stata raggiunta una tregua per porre fine a 11 giorni di conflitto Israele-Hamas. Biden ha detto: “Gli USA sono impegnati a lavorare con le Nazioni Unite e altre parti interessate internazionali per fornire una rapida assistenza umanitaria. E per fornire sostegno internazionale alla popolazione di Gaza e agli sforzi di ricostruzione di Gaza. Lo faremo in piena collaborazione con l’Autorità Palestinese, non Hamas”. Ha poi aggiunto: “Palestinesi e israeliani meritano ugualmente di vivere in modo sicuro e protetto. La mia amministrazione continuerà la nostra tranquilla e implacabile diplomazia verso quel fine. Abbiamo una reale opportunità di fare progressi”.


Blinken si recherà in Medio Oriente nei prossimi giorni

Israele e Hamas accettano il cessate il fuoco