Cerotto antidroga: un sensore per rivelare droghe nel sudore

0
164
cerotto antidroga
cerotto antidroga: un sensore che rileva la presenza di droga nel sudore

Un team di ricercatori coreani ha sviluppato un sensore che rileva la presenza di droghe nel sudore in un solo minuto. Applicabile sulla pelle è simile a un cerotto antidroga ed il suo funzionamento è particolarmente attendibile

Cerotto antidroga come funziona?

Questo particolare sensore è in grado di captare la presenza di droghe nel sudore in un solo minuto. Il cerotto si serve della tecnica SERS (surface-enhanced Raman scattering) per amplificare la radiazione elettromagnetica sprigionata dalle sostanze stupefacenti tramite una luce laser, consentendo di rilevarle anche se presenti in dosi minime. Grazie alla sua rapidità, questa tecnologia potrebbe essere utile per monitorare l’utilizzo di droghe nelle scuole, nei locali notturni, o anche nello sport.

Composizione

Il cerotto è composto da una pellicola di fibroina della seta, una proteina naturale ricavata dal bozzolo dei bachi da seta. La proteina, spessa appena 160 nanometri è ricoperta da un nanofilo in argento spesso 250 nanometri. Una volta assorbito il sudore, il cerotto viene illuminato da una luce laser che permette di rilevare la presenza di eventuali molecole di sostanze stupefacenti. Il dispositivo non è invasivo, è economico (50 centesimi di dollaro a pezzo) ed è molto preciso.

Planet Nine: la scienza dubita della sua esistenza

Commenti