Centro tecnologico oceanico: l’enorme progetto cinese

Il prossimo passo verso l'innovazione cinese e israeliana è un centro tecnologico oceanico per il controllo marittimo

0
422
Centro tecnologico oceanico

Il prossimo investimento cinese sarà un centro tecnologico oceanico. Il centro sarà parte di un piano più ampio che punta alla costruzione di una città “Scienza e tecnologia”. La Cina ha investito 3,5 miliardi di yuan nella città di Sanyaan per guidare il paese verso un progresso tecnologico.

Cos’è il centro tecnologico oceanico che vuole la Cina?

L’obiettivo del centro sarà l’innovazione. In particolare, questo progresso si concentra sulle tecnologie oceaniche e sul trasporto marittimo. La meta finale sarà far crescere aziende e tecnologie innovative israeliane e internazionali. Nonostante queste siano connesse al campo della marittima, la Cina vuole trasportarle verso l’innovazione che è in atto a Sanyaan. Tra gli investitori troviamo la Arieli a capirla, una società di investimento che ha firmato un accordo con YSBTC. È proprio Arieli a voler costruire un collegamento tra i centri di innovazioni promossi dall’azienda in Israele, e la città progresso di Sanya. Infine, questo piano collegherà aziende cinesi con startup israeliane e coinvolgerà alcune delle più grandi organizzazioni nell’industria oceanica.

Chi sono gli investitori

Insieme ad Arieli Capital troviamo YSBSTC. Quest’ultima è l’unità ufficiale per l’innovazione e la tecnologia di Sanya. Infine, parteciperà anche China Merchants, una delle istituzioni commerciali più solide della Cina. Per farci un’idea, l’istituzione ha un fatturato di 105 miliardi di dollari. Di questi, 1,4 miliardi proviene dal settore marittimo. In poche parole, stiamo parlando di un progetto promosso da dei colossi cinesi e israeliani. O Haviv, partner di Arieli Capital ha commentato il progetto dicendo: ” La dimensione del mercato dell’industria marittima è stimata 3 trilioni di dollari l’anno. Corrisponde al 5% del PIL globale. Si tratta di un settore che impatta su 200 milioni di posti di lavoro in tutto il mondo. Lo scopo della collaborazione è che Israele si connetta con si connetta con il centro di innovazione in Cina e svolga un ruolo significativo in questo importante settore di Ocean Tech.”

Centro tecnologico oceanico e il centro di innovazione in Cina

Il centro di innovazione cinese è in costruzione nel Sud della Cina. Sanya, la città destinata all’innovazione, è tra le aree che stanno crescendo maggiormente in tutta la Cina. Questa possiede un porto marittimo commerciale, centri e laboratori di innovazione, università e siti turistici molto importanti. Il primo edificio del progetto è in costruzione, questo avrà una grandezza di oltre 10.000 metri quadri. Poi, sarà il turno di un importante centro di innovazione, che destinerà oltre 430.000 mq a centri residenziali, aree commerciali, laboratori e negozi specialistici.