Centenario di Bloody Mary a Harry’s bar di Parigi

Dal 1921 il cocktail è servito nei locali in diverse varianti

0
357
Centenario Bloody Mary
Il cocktail Bloody Mary ha 100 anni e a Parigi Harry's bar organizza una serata celebrativa (immagine di bernardkudulis da Pixabay)

Stasera Harry’s bar di Parigi organizza un evento per celebrare il centenario di Bloody Mary. Era infatti il 1921 quando Fernand Petiot al bancone del locale inventa un cocktail per soddisfare la richiesta di un cliente.


Cocktail e segni zodiacali: quale scegliere


Cosa propore Harry’s bar per il centenario di Bloody Mary?

Una serata in cui il cocktail sarà servito ai clienti presentando la storia della bevanda su cui circolano molte voci. Sarà quindi un evento con musica e intrattenimento a cui non possono mancare gli estimatori del cocktail a base di succo di pomodoro e spezie. Il locale ha l’arredamento in mogano e le pareti del retro bancone tappezzate di banconote da tutto il mondo. Il piano bar che il giovedì e venerdì propone esibizioni dal vivo di jazzisti.

La nascita del cocktail Bloody Mary

Non è concorde l’attribuzione della paternità del cocktail: secondo alcuni l’avrebbe inventato George Jessel nel 1939. Per l’attore newyorkese sarebbe il Red Snapper. In Francia, invece, Franz-Arthur MacElhone, pronipote del fondatore del bar Harry’s, ritiene che la creazione sia di Fernard Petiot. Il barista ha raccontato che il nome ricordava una ballerina Mary a cui era affezionato. Altri pensano che la bevanda sia chiamata così per il colore o con riferimento alla regina Maria I d’Inghilterra. Il proprietario dice anche che potrebbe centrare Ernest Hemingway. Infatti, lo scrittore prima di sposarsi frequentava una donna e per non odorare di alcol ha chiesto al barman un drink con poco liquore.

La preparazione del cocktail

In un tumbler versa 9 cl di succo di pomodoro, 2 gocce di salsa di worcestershine e 1,2 cl di succo di limone. Poi mescola per alcuni secondi. Aggiungi quindi un pizzico di sale, pepe nero, il ghiaccio e 4,5 cl di vodka. Infine, metti un poco di tabasco e guarnisci con un gambo di sedano. IBA consiglia di non shakerare il cocktail, ma preparalo direttamente nel bicchiere.

Il centenario di Bloody Mary e Fernard Petiot

Il barista di Harry’s potrebbe aver apportato delle modifiche alla ricetta che in origine era composta solo da vodka e pomodoro. Aggiungendo le spezie e il condimento piccante ha conferito maggiore carattere alla bevanda che è diventata famosa col suo intervento. Il centenario permette di ricordare gli aneddoti che riguardano un cocktail famoso e apprezzato.