Celestini al MAMbo sulle orme di Pasolini

Un appuntamento coinvolgente che ripercorre la vita del regista a Bologna

0
418

L’attore Ascanio Celestini al MAMbo presenta il percorso espositivo del museo facendo riferimento a Pier Paolo Pasolini. Una diretta che va in onda sulle frequenza di Neu Radio giovedì 10 giugno dalle 18 alle 20.


L’Academiuta: la mostra sull’istituto culturale di Pasolini


Perché Ascanio Celestini al MAMbo?

La visita trasmessa via radio rientra in un progetto più ampio di cui fanno parte anche uno spettacolo e un documentario. Bologna è uno dei luoghi in cui il regista Pier Paolo Pasolini ha vissuto e girato alcune scene dei film. Pertanto l’attore Celestini, conoscitore dell’artista, attraversa gli ambienti del Museo di arte moderna cercandolo. Ascanio infatti coinvolge il pubblico nel possibile allestimento di un’esposizione dedicata allo sceneggiatore.

Pier Paolo Pasolini e Bologna

Pasolini nasce a Bologna in via Borgonuovo, attualmente sede della Guardia di Finanza, il 5 marzo 1922. Frequenta il liceo Galvani e l’Università cittadina, seguendo i corsi di Filologia romanza, Letteratura italiana e Storia dell’arte del professor Roberto Longhi. La lirica è un’aspirazione per il giovane Pasolini e con Roberto Roversi e Francesco Leonetti fonda la rivista “Officina”. La sua prima raccolta di componimenti si intitola “Poesie a Casarsa”. La città conserva il suo ricordo nel portico dei Servi della Strada maggiore collegato all'”Edipo re”. Anche le librerie Palmaverde e Nanni e il Caffè San Pietro sono negozi e locali che il regista frequentava e in cui ha vissuto esperienze che si ritrovano nei suoi film. Il Centro studi che porta il suo nome riunisce la documentazione e le opere cinematografiche.

La visita al MAMbo

Celestini va alla ricerca di materiali storici e artistici per costruire ipoteticamente il museo di Pasolini. Attraverso domande che tutti possono porsi, propone un brainstorming da cui nasce un’idea di allestimento da prendere in considerazione per il progetto. La partecipazione all’appuntamento è consentita sia in presenza che con un dispositivo mobile. Lo smartphone deve però essere dotato dell’App Neu Radio.