CBD per il sonno: è un sogno?

0
430

Se hai mai sofferto di insonnia, sai quanto può essere importante una buona notte di sonno. I problemi cronici di sonno sono stati implicati in importanti problemi di salute come le malattie cardiache, il diabete e la guida alterata?

Chiaramente, il sonno è essenziale per una buona salute, ma un terzo degli adulti riferisce di non dormire abbastanza. Di conseguenza, si rivolgono a rimedi come l’olio di CBD per risolvere il problema.

Le cose essenziali che dovresti sapere sull’olio di CBD

L’olio di CBD sta diventando sempre più popolare come “farmaco miracoloso” contro tutti i tipi di disturbi e malanni. Le potenti proprietà dell’olio di CBD non solo combattono un gran numero di disturbi fisici e psicologici, ma aiutano anche a prevenirli.

In tutto il mondo, la maggior parte delle persone sperimenta gli effetti benefici di questo prodotto naturale, così antico e versatile. In questo post, esaminiamo alcune delle cose che devi sapere sul CBD.

Composizione dell’olio di CBD

Il principio attivo dell’olio di Cannabis è il CBD, che significa Cannabidiolo. È tra gli 80 cannabinoidi identificati che si trovano nella pianta di canapa. Il CBD è sempre più lodato e ricercato per il suo effetto positivo sulla salute.

L’olio di CBD è usato per diverse cose, tra cui reazioni infiammatorie come il reumatismo, sintomi psicologici come i disturbi del sonno e la nausea causata dalla chemioterapia.

Importante da sapere:

Sostanze attive

I principi attivi si trovano in piccole ghiandole di resina nelle foglie e nei fiori della pianta. Queste vengono separate dal materiale vegetale in laboratorio. La pasta rimanente è ricca di CBD.

Questa pasta viene poi diluita con olio di canapa, di oliva o di noce, in modo che il prodotto finale torni liquido e possa essere somministrato, per esempio, con una pipetta.

Effetto medicinale

I ricercatori e gli utenti riconoscono sempre più le proprietà medicinali del CBD. Il CBD non solo combatte certi disturbi, ma aiuta anche a prevenirli. Poiché il CBD non è registrato come farmaco, dovrebbe essere considerato come un integratore alimentare.

Il CBD contro l’ansia

Appartenente alla cosiddetta generazione dell’ansia e avete regolarmente attacchi d’ansia? C’è una buona probabilità che abbiate già ricevuto l’olio di CBD. L’olio di CBD sembra aiutare i disturbi d’ansia. La ricerca mostra che le persone che usano il CBD hanno significativamente meno ansia, danni cognitivi e disagi nelle prestazioni linguistiche.

Come può il CBD aiutare con l’insonnia?

Sei mai stato incapace di addormentarti per lunghe ore? Invece, hai pagato nel letto, cercando senza successo di prendere sonno. C’è un’alta probabilità che si tratti di insonnia. Di conseguenza, porta a letargia, sonnolenza diurna e malessere generale, fisico e mentale.

Come può il CBD aiutare con l’insonnia? La ricerca mostra che il CBD che si trova naturalmente nella canapa cura molte malattie grazie alle proprietà chimiche che possiede. Queste includono sedativo, antinfiammatorio e anti psicotico.

Queste proprietà sono necessarie per combattere l’insonnia riducendo al minimo i sintomi che causano la difficoltà di addormentarsi. Con l’ansia e il dolore limitati, sarete in grado di dormire tranquillamente.

L’uso dell’olio di CBD

Tutti possono usare il CBD, ma non è raccomandato nei periodi di gravidanza o allattamento. Questo perché quasi nessuna ricerca è stata condotta sugli effetti e sulla sicurezza in queste situazioni.

I risultati ottimali si ottengono combinando l’uso del CBD con uno stile di vita sano, come una corretta alimentazione e sufficiente esercizio fisico. Anche se non c’è rischio di sovradosaggio, si raccomanda di non usare più della quantità massima approvata.

Come influisce il CBD sul sonno?

I sostenitori a volte fanno sembrare il CBD un farmaco miracoloso che può risolvere assolutamente tutto – da una brutta giornata di capelli al cancro. E mentre l’entusiasmo intorno al CBD può portare i sostenitori a sopravvalutare ciò che la ricerca ha dimostrato, c’è ancora motivo di credere che il CBD possa avere una vasta gamma di applicazioni mediche.

Questo perché i cannabinoidi come il CBD funzionano comportandosi come i prodotti che il corpo produce naturalmente. A causa di questa somiglianza, può interagire con una rete di recettori nota come sistema endocannabinoide. Dalle cellule cerebrali a quelle immunitarie, questo regola un’enorme varietà di processi nel corpo. E quando si tratta di problemi di sonno, ci sono alcuni meccanismi attraverso i quali il CBD potrebbe aiutare.

In primo luogo, il CBD potrebbe essere in grado di aiutarci ad affrontare alcuni dei problemi di fondo che causano le notti insonni. Riducendo il dolore e l’infiammazione, o diminuendo la nostra ansia, il CBD può aiutare ad eliminare gli ostacoli al riposo di cui abbiamo bisogno. 

Inoltre, si pensa che il CBD abbia un impatto sul sonno influenzando i livelli di serotonina e glutammato nel corpo. Gli scienziati credono che questi neurotrasmettitori giochino un ruolo significativo nel sonno, quindi l’efficacia del CBD potrebbe essere il risultato di portare questi livelli in equilibrio.

Non fare affidamento, tuttavia, sulla meditazione del sonno per curare l’insonnia. I farmaci per il sonno, prescritti e non, sono destinati solo per un uso occasionale e di breve durata.