Un incendio di vaste proporzioni sta interessando il litorale della Plaia di Catania.

Le fiamme alimentate dal vento caldo hanno fortemente danneggiato il lido Europa e minacciano gli altri stabilimenti balneari.

Diversi turisti si sono gettati in mare. I vigili del fuoco hanno invitato le persone a “rimanere sulla battigia e a non tentare di rientrare a casa” per tenere libere le vie di accesso ai mezzi di soccorso.

Un altro rogo è scoppiato all’altezza del Lido Europa che è stato quasi interamente raso al suolo dalle fiamme. All’origine probabilmente cumuli di sterpaglie di terreni privati o una dannosissima cicca di sigaretta lanciata lungo l’Asse dei servizi.

I vigili del fuoco hanno già attivato un eventuale piano di recupero delle persone in difficoltà, con mezzi navali o con i due elicotteri che sono già in azione sul posto. Ad alimentare i roghi le condizioni meteo proibitive: temperature altissime e vento forte che soffia verso il mare che, ipotizzano i vigili del fuoco, hanno sicuramente generato e alimentato fenomeni di “spotting”, cioè di proiezione di fiammelle incandescenti anche a grandi distanze, dalla vegetazione che bruciava dalla parte opposta della strada.

Bagnanti evacuati con i gommoni – Centinaia di bagnanti bloccati dalle fiamme sulla sabbia del lungomare Plaia di Catania sono stati evacuati via mare da gommoni e mezzi navali dei vigili del fuoco e della guardia costiera. Tra loro 40 bambini che erano rimasti bloccati nei lidi Azzurro e nella colonia Don Bosco sono stati messi in salvo da motovedette della capitaneria di porto. Sul posto stanno operando anche mezzi aerei del corpo forestale e dei pompieri. Gli interventi sono coordinati dalla sala operativa attivata nel primo pomeriggio in Prefettura.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here