Catania – Estrema attenzione per l’eruzione vulcaniche violenta dell’Etna

0
330
L’Etna si erge per oltre 3000 metri sul livello del mare. L’Etna è uno dei vulcani attivi e più studiati al Mondo. L’apparente calma con cui vengono diffuse le notizie, e lo scorrere della vita quotidiana in quella parte della Sicilia, non può però far abbassare l’attenzione agli esperti, che osservano con minuziosità di particolari l’evoluzione di questo enorme vulcano.

L’Etna sorge in un’area densamente abitata, che in epoche storiche neppure molto distanti, con le sue eruzioni ha procurato danni anche ai centri urbani. Nel 1669, un’eruzione vulcanica di eccezionale portata, generò una serie di colate di lava che raggiunsero il mare. Furono danneggiati e distrutti alcuni villaggi dell’epoca. L’eruzione vulcanica del 1669 procurò delle modifiche importanti all’ambiente naturale dell’area, causando anche il seppellimento del letto di alcuni torrenti.

Furono svolte le prime attività finalizzate a deviare la colata lavica che minacciavano soprattutto un centro urbano allora importante, Malpasso, ma l’operazione non riuscì anche perché ostacolata dagli abitanti di altri centri urbani che si sentivano nel caso più minacciati dalla lava. L’eruzione vulcanica del 2021 fa seguito a diverse esplosioni che si sono verificate in queste ultime settimane, e che hanno subissato le cronache dei giornali. Comunque, la situazione appare sotto controllo.

Commenti