Catalogna: migliaia manifestano per l’indipendenza

0
598
Catalogna

Ieri, 11 settembre, nel giorno della Diada, la festa ufficiale della Catalogna, migliaia di catalani hanno marciato a favore dell’indipendenza della regione. Il numero di partecipanti è stato minore rispetto agli anni precedenti. Le proteste sono arrivate in un momento in cui Madrid e Barcellona sono pronte a riprendere i colloqui.

Catalogna: nuove proteste per l’indipendenza?

Migliaia di catalani hanno partecipato alle manifestazioni a Barcellona a favore dell’indipendenza della regione della Catalogna. La marcia, organizzata dall’Assemblea nazionale catalana (ANC), si è tenuta ieri, 11 settembre, il giorno della Diada, le festa ufficiale della regione. Si tratta della prima marcia da quando il governo spagnolo ha graziato nove leader separatisti catalani che erano stati incarcerati nel 2017 per il loro ruolo nel tentativo fallito per la proclamazione dell’indipendenza.  

Minore partecipazione alle manifestazioni

Le manifestazioni non hanno visto un pubblico vasto come negli anni precedenti. Secondo i dati riportati dalla polizia, i manifestanti erano circa 108 mila, anche se l’ANC ha riferito di circa 400 mila persone. Tuttavia, le cifre sono molto inferiori rispetto a quelle del 2019, quando marciarono circa 600 mila persone per chiedere l’indipendenza. Durante la manifestazione non sono mancati gli scontri. Alcune persone riunitesi davanti al commissariato della Polizia nazionale spagnola hanno infatti lanciato oggetti contro gli agenti che hanno proceduto a disperdere la folla. Ci sono stati alcuni fermi.

Attesi i colloqui tra Barcellona e Madrid

Le proteste sono avvenute in un momento di minore tensione tra Barcellona e Madrid rispetto agli anni passati, poiché i governi centrale e regionale favoriscono il dialogo nonostante le loro opinioni opposte sull’indipendenza. I governi centrale e regionale dovrebbero incontrarsi la prossima settimana a Barcellona per riprendere i colloqui che erano stati sospesi a febbraio 2020. Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez non ha ancora confermato se parteciperà. Inoltre, i colloqui rischiano di essere oscurati da un recente scontro tra i due governi relativo all’aeroporto di Barcellona.


Leggi anche: Elezioni in Catalogna: vittoria degli indipendentisti