Caserta – Gatto ucciso a colpi di pistola in strada

0
328

È accaduto nella giornata di ieri in via Fleming. Sul posto sono intervenuti i sanitari del servizio veterinario dell’Asl e il personale del canile municipale, che hanno soccorso il gatto e lo hanno portato in ambulatorio, dove purtroppo è deceduto.

“L’emorragia interna era copiosa. Il gatto è deceduto in ambulatorio” scrive l’associazione Nati Liberi di Caserta. Orrore a Caserta, dove un gatto è stato ucciso per strada con un colpo di pistola. L’episodio si è verificato nella giornata di ieri, domenica 6 dicembre, in via Fleming.

Il felino è stato soccorso dai sanitari del servizio veterinario dell’Asl di Caserta e dal personale del canile municipale: trasportato in ambulatorio, l’animale è purtroppo deceduto; a nulla sono valsi i tentativi di salvarlo, visto che la pallottola ha perforato un polmone e colpito altri organi vitali. Quanto accaduto al malcapitato felino è stato duramente condannato sui social network, soprattutto dall’associazione Nati Liberi di Caserta, che su Facebook ha pubblicato le foto della radiografia effettuata all’animale e del proiettile estratto dal suo corpo.

“Accade a Caserta, in Via Fleming, che qualcuno in possesso di un’arma decide di usarla contro un povero gatto randagio si legge sulla pagina Facebook dell’associazione. L’animale aveva mangiato da poco, forse proprio dalle mani del suo assassino. L’uomo con la pistola ha sparato a distanza ravvicinata, all’altezza dell’ascella sinistra. Il gatto era buonissimo, chissà se lo ha tenuto per la collottola mentre lo uccideva. Il foro era piccolo, la fuoriuscita di sangue minima, nessun foro di uscita”.

“Il proiettile ha trapassato il polmone e il diaframma – continua il post – per finire nello stomaco e continuare il suo percorso nell’intestino. L’emorragia interna era copiosa. Il gatto è deceduto in ambulatorio. Esiste un legame tra la violenza sugli animali e la pericolosità sociale delle persone. Esiste un legame tra la violenza sugli animali e la violenza domestica. Oggi sappiamo che a Caserta, in Via Fleming, esiste un soggetto in possesso di un’arma, capace di usarla contro un gatto e contro qualsiasi cosa lo infastidisca. Riflettiamo”.

Pubblicato da Nati Liberi su Domenica 6 dicembre 2020