La procura di Firenze ha aperto un fascicolo sulla vicenda dell’appartamento di Firenze dove, dal 14 marzo 2011 al 22 gennaio 2014, ha vissuto il premier Matteo Renzi, all’epoca sindaco della città. Non ci sono indagati né ipotesi di reato. A pagare l’affitto di quell’alloggio è stato l’imprenditore Marco Carrai. All’origine del fascicolo ci sarebbe un esposto presentato alla procura da un usciere del Comune di Firenze, Alessandro Maiorano.

Cinque Stelle, Renzi tiri fuori carte su Carrai – “La vicenda che riguarda Matteo Renzi e Marco Carrai è di natura prettamente politica: il sindaco del Consiglio deve spiegare perché ha affidato incarichi pubblici ad un imprenditore che gli ha pagato per anni l’affitto e ha ricevuto incarichi e appalti”. Così Riccardo Fraccaro, del Movimento 5 Stelle, chiede al premier spiegazioni sul caso Carrai intervistato da IntelligoNews, quotidiano online diretto da Fabio Torriero. Poi precisa: “Carrai è presidente della società Aeroporti di Firenze, è stato amministratore delegato della macchina di propaganda del sindaco, la Florence Multimedia srl, ha ottenuto la fornitura di servizi ai musei fiorentini con la sua C&T Cross media senza uno straccio di bando pubblico ed è stato assunto come dirigente dalla Provincia di Firenze guidata sempre da Renzi, senza neppure avere la laurea. Anche su questo ha indagato la Corte dei Conti, oltre al danno erariale per altre assunzioni sospette contestato al premier”. Fraccaro conclude: “Renzi si muove con nonchalance nei bassifondi delle politica, venga in Aula a spiegare che interesse aveva Carrai a pagargli l’affitto e tiri subito fuori tutte le carte, invece di parlare a vanvera di trasparenza e meritocrazia”.

Lega presenta interrogazione al governo – “E’ curioso come alcuni politici riescano sempre a trovare qualche benefattore disposto a pagare affitti al posto loro. Matteo Renzi, apostolo della politica nuova, quella senza scheletri nell’armadio, ha ben pensato di farsi pagare l’affitto di un lussuoso piede à terre nella culla del rinascimento da un facoltoso imprenditore, per trovare ristoro dalle stressanti sedute di consiglio comunale. Siamo certi che Carrai abbia guidato un’importante partecipata e ottenuto cospicui appalti dal capoluogo toscano indipendentemente dal fatto che pagasse i conti dell’attuale premier. Certo. Esattamente come siamo convinti che gli asini volino. Ad ogni modo chiediamo e ci aspettiamo chiarimenti sulla vicenda”. Lo dichiara il deputato della Lega Nord Marco Marcolin, che sulla questione ha presentato una interrogazione al governo.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here