Capo marina militare tedesca si è dimesso

Le dimissioni del viceammiraglio Kay-Achim Schönbach sono giunte dopo i suoi commenti su Putin e l’Ucraina

0
293
Capo marina militare tedesca si è dimesso

Il capo della marina militare tedesca, il viceammiraglio Kay-Achim Schönbach, si è dimesso dopo i suoi commenti sul presidente russo Vladimir Putin e l’Ucraina. Schönbach ha affermato che Putin merita rispetto e ha descritto l’idea che la Russia voglia invadere l’Ucraina come sciocca.

Perché il capo della marina militare tedesca si è dimesso?

Il capo della marina militare tedesca, il viceammiraglio Kay-Achim Schönbach, si è dimesso dopo le sue controverse dichiarazioni sul presidente russo Putin e sull’Ucraina. Nel corso di un dibattito tenuto in India il 21 gennaio, Schönbach aveva affermato che il presidente russo deve essere trattato alla pari degli altri leader occidentali perché “merita rispetto”. Ma non è tutto. Parlando della Crimea, aveva detto che “è ormai persa e non tronerà più indietro”.

In un video del dibattito, circolato sui social network, si sente Schönbach affermare: “Davvero Putin vuole incorporare una parte dell’Ucraina? Questo non ha senso. Probabilmente il Cremlino vuole esercitare un po’ di pressione, perché Putin sa di poterlo fare. Così può dividere l’Europa. Quello che Putin vuole davvero è rispetto. È facile dargli il rispetto che vuole e che, probabilmente, merita anche. La Russia ci serve contro la Cina”. Poi aggiunge: “Io sono un cattolico romano radicale. Io credo in Dio e nella cristianità”, spiegando che “la Russia è un paese cristiano”, la Cina no. Parlando dell’invasione russa passata dice: “La Crimea è andata. Non tornerà mai indietro. Questo è un fatto”. Dopo che il video ha iniziato a circolare sui social, Schönbach è stato chiamato a rapporto dall’ispettore generale dell’esercito tedesco Eberhard Zorn e, dopo l’incontro, è arrivato l’annuncio delle sue dimissioni. 


Leggi anche: Governo britannico: Cremlino cerca di insediare un leader filo-russo in Ucraina