Capitale europea della luce: a Monza i light artists

I migliori light artist italiani e internazionali sbarcano in Brianza dal 23 settembre al 2 ottobre in occasione del Kernel Festival per illuminare i tesori della città di Teodolinda: dai cortometraggi di audiovisual 3D mapping sulla Villa Reale al Sound Safari tra i Boschetti Reali, fino alle opere realizzate con gli studenti del territorio

0
108
Capitale europea della luce
Marcello Arosio - Art director Kernel Festival

Monza, per 10 giorni, diventa simbolicamente la “capitale europea della luce” col Kernel Festival. Un evento che prevede installazioni luminose e videomapping realizzati da rinomati light artist internazionali. Dal 23 settembre al 2 ottobre, scenografici concept di luce e opere digitali immersivegratuite e a cielo aperto, illumineranno i gioielli del capoluogo brianzolo. Un suggestivo viaggio all’insegna dell’elemento luminoso: dall’audiovisual 3D mapping show della Reggia passando per le creazioni degli studenti del liceo artistico Nanni Valentini. Poi il percorso si inoltra nel suggestivo Bosco Magico tra i Boschetti Reali e continua nel centro storico, guidati da Sound Safari. Infine raggiunge Kids Cubel’opera partecipata realizzata da più di mille bambini delle scuole materne e primarie cittadine e di Seregno.


Rassegne della luce: a Monza Kernel festival


Perché rendere Monza capitale europea della luce?

Un itinerario all’insegna di bellezza e cultura, coniugato dal potere emozionale della luce, in grado di valorizzare i gioielli storico-artistici. Un evento capace di attirare decine di migliaia di turisti e curiosi. La kermesse, giunta alla sua 11a edizione, è promossa da AreaOdeon, associazione che dal 2005 promuove l’arte come veicolo di coinvolgimento del pubblico. Ha lo scopo di valorizzare e riappropriarsi del territorio, in un orizzonte di collaborazioni nazionali e internazionali col contributo del Comune di Monza. Collabora il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. L’elevata qualità artistica del più importante new media light art festival italiano è garantita dalla presenza delle opere luminose realizzate da importanti artisti. Sono infatti gli italiani Onda e Delumen e Onionlab e Maxin10sity provenienti da Spagna e Ungheria.

Luce che trasforma gli spazi

Marcello Arosio, Art Director del più importante new media light art festival italiano e tra i principali a livello europeo parla così della manifestazione. “Proiettando sugli edifici il potere universale della luce le installazioni sono in grado di trasformare la percezione fisica di un luogo. Gli donano un senso diverso, coinvolgente e da condividere”. La luce è universale, fondamentale tanto per un bambino quanto per un anziano e ogni giorno determina lo stato d’animo di ciascuno di noi. Con la sua intensità, cromia e dinamica è progettata per trasformare uno spazio o un momento. Crea emozione, affascina e muove tutti. Un’interpretazione artistica degli edifici con opere di video mapping che attraverso le immagini proiettate ne trasformano la percezione fisica donandogli un senso diversoNegli interventi di AreaOdeon e Onda integriamo sempre anche il suono e il tempo, curando la sinestesia tra luce, ombra, buio e suono”.

Monza capitale europea ella luce

il Sindaco di Monza, Presidente del Consorzio Villa Reale e Parco ha commentato quindi l’iniziativa. “Il Kernel Festival pone la città di Monza al centro di un progetto culturale innovativo, aperto a tutti. Attendiamo con piacere i tanti visitatori che vorranno farsi coinvolgere in questa suggestiva performance di luce, capace di valorizzare i tanti volti della nostra città”. Il Segretario generale Marta Petenzi ha parlato del progetto per le scuole. “La Fondazione della Comunità di Monza e Brianza ha deciso di sostenere “Studenti in luce” per promuovere la partecipazione attiva delle generazioni più giovani. L’iniziativa promossa da AreaOdeon si muove proprio in direzione. Si è concentrata infatti sul coinvolgimento degli studenti del liceo artistico Nanni Valentini che, supportati da professionisti e docenti, hanno elaborato innovativi progetti multimediali. Il tutto nell’ambito di un progetto di rilievo che punta a valorizzare beni storici della città”.

Un evento per Monza capitale della luce

Enrico Boerci, Presidente e AD di BrianzAcque. “Siamo felici di rinnovare il nostro impegno concreto a sostegno del Kernel Festival, dieci giorni che accenderanno i riflettori sui capolavori artistico culturali della città di Monza. Come società pubblica del territorio, riteniamo importante supportare iniziative innovative e di qualità capaci di valorizzare le bellezze locali. Creano momenti di crescita e di aggregazione che vedono il coinvolgimento anche delle scuole e delle nuove generazioni”.

Luci alla Reggia di Monza

Alla Reggia di Monza da oggi ogni sera dalle 20.30 all’interno del suo Cortile d’Onore sarà proposta una rassegna di 4 cortometraggi di audiovisual 3D mapping a 270°. Saranno trasmessi in replica 5 volte, realizzati dagli artisti internazionali Onionlab e Maxin10sity e dai professionisti nostrani di Onda in collaborazione con Delumen. La proiezione si svilupperà sulla parte centrale e le due facciate laterali dell’edificio per 5mila metri quadri di video. Un evento di impatto visivo e sonoro che valorizza le bellezze architettoniche della Villa Reale. L’aspetto formativo sarà invece centrale nella seconda tappa dello speciale tour luminoso, al liceo artistico Nanni Valentini. Dalle 20 a mezzanotte, i protagonisti saranno gli studenti che presenteranno al pubblico i loro progetti d’illuminazione artistica. I lavori sono sviluppati sotto la supervisione dei docenti e di un tutor di AreaOdeon col contributo della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus

Il percorso che rende Monza capitale della luce

Nel contesto verde dei Boschetti Reali, naturale collegamento tra la Reggia di Monza e il cuore della città, sarà accesa un’installazione di luce sincronizzata al soundscape. Un’opera realizzata dagli artisti di AreaOdeon che trasformerà ogni sera, dalle 20 alle 24, i giardini in una scenografia suggestiva. Il percorso creato da luci e colori è accompagnato dalla piattaforma sonora Sound Safari che permette l’ascolto di contenuti audio geolocalizzati e sincronizzati. Il tour luminoso per le vie della città brianzola si concluderà poi in Piazza Roma, a due passi dall’Arengario, dove il protagonista sarà Kids Cube. Quindi una grande “scatola magica” a LED 4x4x3 metri di altezza, appositamente programmata e visibile anche di giorno che mostrerà gli autoritratti creati e colorati dai bambini delle scuole materne ed elementari. Quindi un “girotondo” illustrato, anch’esso curato dai light artist di AreaOdeon, che parla di diversità e inclusione.

Immagine da cartella stampa.