Importo mantenuto a 90€. Richiesta di esenzione da presentare entro il 31 gennaio 2019.

La nuova legge di Bilancio ha sostanzialmente confermato la disciplina vigente in merito al pagamento del Canone Rai.

L’importo, che era stato ridotto durante la scorsa legislatura mediante riforma, è stato mantenuto a 90 euro, da pagare in 10 rate annuali di eguale entità.

Come sempre sono tenuti a pagare il canone coloro che sono in possesso di “uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi”, come specifica la nota del 22 febbraio 2012 del Ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Comunicazioni.

Tuttavia con la cosiddetta “presunzione di detenzione”, introdotta dal governo Renzi, sono tenuti a pagare tutti coloro che detengono un’utenza per la fornitura elettrica, a meno che non facciano richiesta di esenzione qualora non siano in possesso di tali dispositivi.

Nel caso in cui allo stesso codice fiscale dovessero appartenere più utenze residenziali, il Canone Rai verrà addebitato una sola volta.

Come si potrà pagare?

Le modalità di pagamento sono quelle previste dalla riforma del 2016.

Ciò vuol dire che l’importo verrà automaticamente detratto dalla bolletta elettrica (Enel, Ace, Eni, Sorgenia, Edison o di altro gestore), al fine di ridurre al minimo le possibilità di evasione.

Coloro che non sono intestatari di un’utenza di energia elettrica o che non hanno potuto far addebitare l’importo dell’abbonamento tv in fattura, possono pagare il canone tramite il modello F24, entro il 31 gennaio 2019.

Il pagamento può inoltre essere accreditato direttamente sulla propria pensione, a patto che sia stato comunicato entro il 15 novembre 2018 e che si abbia un reddito non superiore ai 18.000 euro l’anno.

Richieste di esenzione

Non dovranno naturalmente pagare il canone coloro che, pur essendo titolari di un’utenza elettrica, non sono in possesso di una Tv. Per essere esentati in questo caso basterà compilare e presentare all’Agenzia delle Entrate una dichiarazione sostitutiva entro il 31 gennaio 2019.

Non hanno obbligo di pagamento anche i seguenti soggetti:

  1. Adulti over 75 (anni compiuti entro il termine del pagamento) in possesso di un reddito che, unito a quello del coniuge, non deve superare gli 8.000 euro annuali;
  2. Militari delle Forze Armate italiane che si trovano all’interno di ospedali militari e Case del soldato, mentre saranno tenuti a pagare coloro che vivono all’interno di un appartamento privato;
  3. Militari di cittadinanza straniera;
  4. Funzionari, impiegati consolari o agenti diplomatici.

Tali soggetti dovranno compilare e presentare i moduli appositi predispodti dalle Agenzie delle Entrate.

Multe per chi non paga

Sono state confermate le durissime sanzioni per chi non paga il canone, con multe che vanno dai 200 ai 600 euro.

Attenti alle truffe

L’invio della domanda di esenzione va fatto solamente tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Ci sono infatti alcuni siti che richiedono dati personali (compresi i numeri della carta di credito) per l’invio della richiesta di esonero del Canone Rai, al fine di commettere truffe.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here