Cannelloni alle verdure e tofu, un classico della cucina italiana nella sua versione vegetariana, gustosa e leggera.

I cannelloni sono un classico immancabile sulla cucina degli italiani. Non c’è domenica o occasione speciale da festeggiare che non si preparino i cannelloni ripieni, nella variante classica e tradizionale o sperimentando farciture alternative ed egualmente gustose.


Le origini dei cannelloni. Dalla costiera amalfitana alle tavole di tutta la penisola

Conditi al sugo o con verdure o insaporiti con besciamella, i cannelloni hanno una lunga storia che trova le sue origini nella costiera amalfitana. A svelare questa golosa notizia fu Gaetano Alfetra, scrittore e giornalista di origini amalfitane che nel 1987 pubblicò il libro Nascita dei cannelloni ad Amalfi nel quale raccontava la lunga storia di questa pasta all’uovo di formato cilindrico che viene imbottita nella versione tradizionale con carne macinata, besciamella, ricotta, fior di latte e poi condita. Fu nell’agosto 1924 lo chef Salvatore Coletta dell’Albergo Cappuccini, a presentare ai suoi ospiti per la prima volta questo piatto che oggi a pieno titolo fa parte della storia della gastronomia italiana.

Le ricette della tradizione rivisitate per soddisfare le esigenze e i gusti che cambiano

Le ricette della tradizione, cioè quei piatti intramontabili che si caratterizzano per una loro identità legata alla qualità delle materie prime, alla genuinità dei sapori e ai luoghi, spesso sono oggetto di rivisitazione in funzione dei gusti e delle abitudini che cambiano. In particolare sono davvero tantissime le ricette che vengono rinnovate anche per soddisfare le esigenze di chi ha abbracciato uno stile di vita salutistico rinunciando alla carne e ai derivati animali.

Stando ad alcuni  dati, il numero dei vegani e vegetariani in Italia è cresciuto tantissimo. Eurispes ha stimato che nel 2017 1.800.000 italiani hanno deciso di alimentarsi senza carne e derivati animali. Il 46,7% degli italiani che si sono dichiarati vegetariani o vegani, lo è perchè ha fatto una scelta di benessere e di salute, il 30% perchè è spinto da una significativa sensibilità nei confronti degli animali e infine il 12% ritiene che una scelta vegetariana sia anche a impatto zero nei confronti dell’ambiente.

Cannelloni alle verdure

Ecco una versione alternativa dei cannelloni a base di verdure e tofu. Una versione dunque che soddisferà i palati in primis dei vegetariani, ma anche di chi ha la curiosità di assaggiare nuovi sapori.

Il tofu è un alimento molto conosciuto tra i vegetariani e non. Di origine orientale, è un derivato dal processo di cagliatura del latte di soia. Ottimo sostituto dei latticini tradizionali, non contiene proteine animali ma solo vegetali, né lattosio. Grazie alla presenza di grassi polinsaturi (Omega 3 e 6) contribuisce a ridurre il cosiddetto colesterolo cattivo.

Ingredienti 

Per otto persone, ecco gli ingredienti:  16 Cannelloni di semola – (per la besciamella) 1 litro di latte di soia  – 100 grammi di farina 00 – 100 grammi di olio extravergine di oliva – sale –

cannellonipepe – noce moscata – (per il ripieno) – 1 cipolla, due carote, 1 porro grande, 1/2 sedano, 400 gr. di polpa di pomodoro, 300 grammi di tofu, olio extravergine di oliva, sale.

Procedimento: preparate la besciamella riscaldando in una padella 100 grammi di olio extravergine di oliva, 100 grammi di farina e mescolando aggiungere a filo un litro di latte di soia. Continuate a mescolare fintanto la besciamella non si addensi, salare, mescolare un pizzico di pepe e noce moscata. Preparate il ripieno pulendo e tagliando le verdure e cuocendole in una padella larga nella quale avrete fatto soffriggere in un po’ di olio la cipolla, la carota e il sedano. Fate cuocere per una decina di minuti e poi sfumare con vino bianco. Aggiungete la polpa di pomodoro, lasciando cuocere per circa 30 minuti. Regolate di sale e pepe e poi spegnete la fiamma. In una scodella preparate il ripieno sbriciolando il tofu e aggiungendo il sugo e un mestolo di besciamella. A questo punto riempite i cannelloni disponendoli su una teglia antiaderente e coprendo con besciamella e pomodoro. Lasciate insaporire per qualche ora e poi in forno a 180° per trenta minuti circa.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here