CANNAVACCIUOLO APRE IL SUO NUOVO BISTROT A TORINO

0
460

Ore 12 del 23 luglio 2017: con un giorno di anticipo si aprono le porte del nuovo Bistrot dello chef televisivo Antonio Cannavacciuolo a Torino.
Per un numero ristretto di commensali, pochi privilegiati, che hanno potuto gustare la sua cucina in anteprima.
Un’apertura in anticipo di un giorno sulla data ufficiale, per “scaldare i motori” e verificare la funzionalità del tutto.
Il locale, nei pressi della Chiesa della Gran Madre, in un palazzo ottocentesco, ha fatto subito innamorare lo Chef, attratto anche dai rossi mattoncini a vista del piano interrato.
L’arredamento si ispira alle ultime tendenze ed offre la possibilità di una cinquantina di coperti disposti su due piani, dai tavoli sparsi in modo irregolare e dalla cucina visibile in parte che si nasconde dietro un grande bancone.
La cantina, ben refrigerata, è abilmente fornita di vini e di champagne di varia qualità.
La spesa per il menù si aggira tra i 50/70 euro, per una grande cucina firmata Cannavacciuolo, tra piatti
piemontesi e campani e molto molto di più.
Bistrot a disposizione dei torinesi e di tutti coloro che, dopo una passeggiata vicino alle rive del Po, apprezzano la calma e la buona cucina, si unisce a quelli già aperti dallo Chef pluristellato ad Orta S.Giulio
e a Novara.
Sarà aperto per pranzo, seguirà poi per l’aperitivo e la cena.
Le prenotazioni sono già numerose e Cannavacciuolo ha deciso di rimanere aperto per le prime due settimane di agosto: le sue ferie, molto probabilmente, si sposteranno dopo il 15 del mese, ma ancora nulla è stabilito.

Commenti