Canile Elba: la regione Toscana con il guinzaglio stretto

0
59
canile Elba
Little dog as a vet

Si parla del canile all’Elba. È avvenuto il 09 giugno 2021 un incontro tra Walter Montagna, sindaco del Comune di Capoliveri, capofila della Gestione associata e Stefano Corbizi Fattori, portavoce del Caart. Inoltre il Coordinamento delle Associazioni animaliste della Regione Toscana e neoeletto componente della Commissione Regionale per la tutela degli animali. Saranno riusciti a capire cosa ci vuole per la realizzazione del canile/gattile e pronto soccorso veterinario all’Elba?

Cosa ha dichiarato il Caart per il canile Elba?

Corbizi ha dichiarato al sindaco Montagna: “L’interessamento e la disponibilità, come rappresentante delle 55 Associazioni aderenti al Caart a supportare anche nelle sedi regionali le iniziative attivate dai Comuni elbani. Per la definitiva realizzazione della importante struttura comprensoriale che potrebbe risolvere in via definitiva gli annosi problemi. Inoltre le carenze sul fronte della attuazione della normativa a tutela degli animali d’affezione”. Inoltre afferma: “Che proprio la rilevanza della questione e l’urgenza di dare finalmente una risposta concreta a questa tematica fortemente sentita, giustificano la forte e costante attenzione sulla questione e la pressione esercitata in questi ultimi mesi”.


Massafra, Salvi (IDEA): Serve un canile


Le parole del sindaco di Capoliveri

Il sindaco Montagna, dopo aver illustrato i passi attivati in merito fin dall’insediamento della sua Amministrazione, ha dichiarato: “L’attenzione e l’impegno profuso per portare a compimento una vicenda ereditata dalla sua Giunta che si protraeva ormai da troppi anni”. Hanno presentato al presidente della Giunta regionale la richiesta di finanziamento unitamente alla documentazione tecnico amministrativa relativa al progetto approvato dal Comune Capofila. Ora si è in attesa che la Regione si esprima al riguardo. Quanto dovranno aspettare? Mistero. Le vie dei fascicoli sono infinite. Sembrerebbe che le tempistiche per una risposta siano intorno al mese di settembre. Sperando che sia una risposta positiva.

I veterinari contro o a favore del canile all’Elba?

Non solo resta il problema dell’attesa di una risposta. Nonostante un budget di 30.000 euro, per l’attivazione del Pronto soccorso veterinario H24, si è presentato un minor numero di veterinari che si erano dichiarati disponibili a collaborare. Quindi c’è da valutare la fattibilità di soluzioni alternative, anche se molto più complesse e articolate. Il reclutamento di professionisti del continente. Per loro dovrebbero garantire un appoggio logistico per poter operare sul posto e la eventuale possibilità di usufruire di una foresteria. 

“Al riguardo, Montagna, ben consapevole delle gravi conseguenze derivanti dalla mancanza di tale servizio, rilevante anche dal punto di vista turistico, ha dichiarato che si attiverà sollecitamente con il sindaco Zini, Presidente della Conferenza dei sindaci dei Comuni elbani sulla sanità. Verificheranno la possibilità di ottenere un supporto da parte dell’Asl” conclude il Caart.

Commenti