Canada: Trudeau annuncia stretta sulle armi

0
318
Canada: Trudeau annuncia stretta sulle armi

Il primo ministro del Canada, Justin Trudeau, annuncia una stretta sulle armi. Il progetto di legge presentato da Trudeau prevede un “congelamento nazionale” della proprietà di un’arma. Il Canada ha registrato 1,1 milioni di pistole registrate nel 2020, con un aumento del 71% rispetto a dieci anni prima.

Il premier del Canada Trudeau annuncia stretta sulle armi?

Dopo le recenti stragi negli USA, il primo ministro canadese, Justin Trudeau, ha annunciato una stratta sulle armi. Trudeau ha affermato che il suo governo ha presentato un progetto di legge che prevede un “congelamento nazionale” della proprietà di un’arma. La proposta creerebbe anche una legge bandiera rossa che consentirebbe a un tribunale di vietare alle persone ritenute una minaccia di possedere armi da fuoco e consentirebbe al governo di togliere le licenze di armi a persone che commettono violenza domestica o molestie criminali. La legge prevede anche che i caricatori per le armi lunghe siano modificati in modo che non possano sparare più di cinque colpi, nonché il divieto di vendere o trasferire caricatori ad alta capacità.  Se approvato, il provvedimento dovrebbe essere applicato a partire dall’autunno.

Trudeau: stop alla violenza armata

Dal giorno in cui la legge entrerà in vigore non sarà più possibile acquistare, vendere, trasferire o importare armi in Canada. Non c’è alcuna ragione per cui qualcuno in Canada debba avere armi nella sua vita quotidiana, a parte quelle per la caccia e le attività sportive”, ha detto Trudeau. “Un canadese ucciso dalla violenza armata è uno di troppo. Ho visto fin troppo bene il tragico costo che la violenza armata ha nelle nostre comunità in tutto il paese. Oggi proponiamo alcune delle misure più forti nella storia canadese per tenere le armi lontane dalle nostre comunità e costruire un futuro più sicuro per tutti. I canadesi sono tutti d’accordo sul fatto che abbiamo bisogno di meno violenza armata. Non possiamo lasciare che il dibattito sulle armi diventi così polarizzato da non far nulla. Non possiamo permettere che ciò accada nel nostro paese. La violenza armata è un problema complesso, ma alla fine la matematica è davvero piuttosto semplice. Meno sono le armi nelle nostre comunità, più tutti saranno al sicuro”, ha aggiunto.

Le dichiarazioni del ministro della sicurezza pubblica

Ci siamo impegnati con i canadesi a combattere la violenza armata“, ha affermato Marco Mendicino, ministro della sicurezza pubblica canadese. “La legislazione che abbiamo introdotto oggi fa parte della nostra strategia globale per promuovere leggi sulle armi sicure e responsabili, investire nelle forze dell’ordine per fermare la criminalità organizzata e il contrabbando illegale di armi al confine e investire nelle comunità per affrontare le cause profonde e prevenire il verificarsi di crimini armati innanzitutto”.


Leggi anche: Texas: sparatoria in una scuola elementare, uccisi 19 bambini