Cameron Boyce: i genitori creano un’associazione umanitaria a suo nome

La giovane star americana si è spenta all'età di 20 anni, ma il suo nome continuerà a vivere aiutando chi ne avrà bisogno...

0
2254

La morte di Cameron Boyce, attore e ballerino di grandissimo talento spentosi per una malattia a soli 20 anni, ha sconvolto tutti coloro che avevano modo di fruire della sua arte nel corso degli ultimi 10 anni. Cameron era sicuramente il meglio che si possa desiderare nel campo della danza moderna, nonché uno degli attori televisivi più bravi dello scenario attuale, tuttavia i motivi per cui bisogna ricordarlo non sono soltanto artistici: Cameron è stato per anni un generoso filantropo, sempre in prima linea per sfruttare la sua fama e le sue possibilità economiche per aiutare gli ultimi.

CAMERON BOYCE: UNA SFAVILLANTE CARRIERA NEL CAMPO DELLA DANZA E DELLA RECITAZIONE

Numerose sono le occasioni in cui Cameron ha fatto del bene ai meno fortunati: nel 2017 ha partecipato al “Thirsty Project”, operazione umanitaria che ha raccolto circa 27 mila dollari per cercare di risolvere la piaga della sete in vari paesi del mondo; a partire dal 2015 in poi ha sempre collaborato con l’associazione “HomeWalk”, associazione che cerca di aiutare i senzatetto d’America fornendo loro un luogo in cui vivere; recentemente era stato inoltre fra i principali protagonisti di “Wielding Peace”, campagna pubblicitaria contro l’uso improprio delle armi da fuoco. In altre parole, un ragazzo morto a 20 anni si è occupato in vita di molte più opere benefiche di gran parte della popolazione benestante globale: un dato che rende la sua morte, se possibile, ancora più triste.

The Cameron Boyce Foundation: un modo per portare avanti il suo operato

Appena due settimane dalla morte del loro primo figlio, i genitori di Cameron Boyce hanno deciso di fare qualcosa che permettesse al loro ragazzo di continuare a fare del bene in maniera indiretta. La coppia ha quindi lanciato ufficialmente l’associazione umanitaria “The Cameron Boyce Foundation”, la quale si occuperà dei ragazzi che vivono in situazioni di disagio dando loro la possibilità di esercitare il proprio estro artistico o comunque di trovare una via per costruirsi un futuro che non sia fatta di povertà, delinquenza e violenza.

A supportare la causa troviamo molti giovani attori americani, tra cui gran parte della crew di Disney Channel con cui Cameron ha collaborato negli anni: Dove Cameron, Debby Ryan, Sofia Carson, Sabrina Carpenter, BooBoo Stewart, Karan Brar, Sophie Reynolds e molti altri. Speriamo a questo punto che l’immensa tristezza per la morte di Cameron Boyce, straordinario artista e ragazzo dal cuore d’oro, possa essere presto soppiantata dalla gioia di sapere che altri ragazzi sono stati salvati dall’associazione che porta il suo nome. L’intera eredità monetaria di Cameron confluirà quindi in questa fondazione, che speriamo possa convertire il mero denaro in un’eredità molto più importante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here