Il Torino sta pensando a ricostruire la propria retroguardia, a partire da un portiere che possa sostituire Hart e da un difensore esperto.

Per quanto riguarda il primo ruolo sembra che la situazione di Sirigu, dopo i rallentamenti dei giorni scorsi che avevano fatto pensare che l’affare fosse ormai definitivamente saltato, si sia sbloccata. Il giocatore sembra infatti ad un passo dal lasciare il PSG per tornare a giocare in Italia per vestire la maglia granata: firmerà un triennale, guadagnando 1,5 milioni, ovvero la metà di quanto percepiva nella squadra parigina. Sirigu dovrebbe arrivare a Torino al massimo martedì per svolgere le visite mediche di rito.

Per il portiere si tratta anche di una possibilità di rilancio personale, dopo una stagione molto difficile che l’ha visto per una parte sostare quasi sempre in panchina a Siviglia e per l’altra inseguire il vano tentativo di non far retrocedere l’Osasuna. Per Sirigu c’è anche l’opportunità di mettersi in mostra per ottenere un posto in Nazionale in vista dei Mondiali 2018.

Il nome a cui la dirigenza di via Arcivescovado sta pensando invece per rinforzare il comparto difensivo è quello di Gabriel Paletta, difensore centrale di proprietà del Milan in scadenza di contratto nel 2018. Sembra esserci già l’intesa col club: si tratta di un contratto triennale di 800 mila euro più bonus per un valore complessivo di 1 milione circa.

Il Torino è alla ricerca di giocatori dalla forte personalità e dalla grande esperienza per essere competitivo in Europa nella prossima stagione e Paletta sembra il profilo giusto per inseguire il sogno europeo.

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here