Si respira aria pesante, in queste ultime ore, a Roma. Aria di profonda sofferenza per i tifosi giallorossi. Aria di estrema tentazione per uno dei beniamini dell’intera Curva Sud. Pare sia arrivato anche il momento di Radja Nainggolan, che sembra essere stato ‘accostato’ al mercato cinese. Il presidente Pallotta fissa il prezzo del cartellino del Ninja ad una cifra pari a 50 milioni di euro. L’Evergrande, club guidato dall’ex campione del mondo italiano, Fabio Cannavaro, non ha ancora presentato alla società capitolina un’offerta ufficiale, ma dalle notizie giunte nella giornata odierna, la Cina sembrerebbe aver mostrato un interesse elevato al fine di far trasferire il centrocampista belga.

Considerando le tasse, si tratterebbe, per i cinesi, di un investimento di quasi 110 milioni per il  trasferimento e quasi altrettanti di ingaggio sparsi su un contratto di 4-5 anni. Da sottolineare il fatto che, degli appena citati 110 milioni, solo 50 andrebbero versati direttamente nelle casse della Roma e il resto tutto diretto al fisco cinese.  Ad ingolosire il calciatore giallorosso, sarebbe il grosso ‘stipendio’ che andrebbe a percepire ogni stagione. Si vocifera la ricchissima cifra di 13 milioni netti, premi esclusi. Quasi il triplo di quello che il romanista percepisce oggi con la maglia della Roma.

Un’opportunità quasi unica che, visto il suo strepitoso talento, non tarderà a ripresentarsi anche negli anni a venire. Un’opportunità che sicuramente lascia tutto il popolo romanista con il fiato sospeso, almeno fin quando non ci sarà l’offerta ufficiale e la risposta di Radja.

Visto l’impegno imminente al prossimo mondiale in Russia e, la sua non scontata partecipazione, il belga vorrà anzitutto mettersi in mostra durante la seconda fase del campionato ma soprattutto in Champions League. Attenzione che in Cina quasi sicuramente non attirerebbe, visto il basso livello competitivo dello stesso campionato cinese.

Vincerà il denaro o la voglia di competere?

Scelta, quella che dovrà prendere il numero 4 della Roma, non proprio facile. Scelta che ha visto protagonisti anche molti altri campioni europei. Non tutti, però, si sono lasciati ‘abbindolare’ dalle stratosferiche cifre, non tutti invece hanno saputo resistere.

E Nainggolan? Dopo aver respinto le avance, nelle scorsa estate, da parte dell’Inter e dello stesso Spalletti, rinuncerà anche stavolta alla possibilità di prendere una strada diversa?  Dal canto suo, pare essere sereno e felice nella squadra in cui milita da ormai un bel po’ di anni. E’ diventato indiscutibilmente, dopo De Rossi, il leader della rosa di Di Francesco. Uno che ‘ringhia’ sul campo e anche fuori. Uno che da sè stesso nelle partite e che non fa mai nulla di banale.

Ma i bivi arrivano anche per i grandi top player. E si sa, prima o poi bisogna imboccare una sola strada. Cosa vede nel suo futuro Nainggolan? Cina o Italia? Anzi, Cina o ROMA?

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here