Calcio, tanta voglia di Juventus in Champions League: “volli, sempre volli, fortissimamente volli”

0
361

E’ racchiuso tutto in questa magnifica espressione del poeta e scrittore fiorentino Vittorio Alfieri, il grande risultato ottenuto dagli uomini di Massimiliano Allegri che, dall’inizio della stagione fino alle due gare con il Barcellona, hanno esibito a tutte le dirette concorrenti una forza straordinaria, con la quale oggi meritano il diritto ad essere considerati la squadra da battere insieme alle due spagnole di Madrid.

Un risultato, quello della semifinale, che conclama la solidità con cui sono stati in grado di mantenere inviolata la porta di Buffon, dando lustro a tutto il lavoro fatto dalla società in estate per arricchire di qualità un organico già indiscutibilmente importante, ma non del tutto completo per gestire tutte le competizioni della stagione.

Gli acquisti definiti durante l’ultima sessione di mercato stanno finalmente dando i suoi frutti, e proprio nel momento più importante, avvalorando la tesi secondo la quale tutto l’ambiente bianconero è decisamente quello più organizzato per ambire ai massimi traguardi nazionali e continentali.

Tutto ciò è anche reso possibile da un ciclo di presenze europee nella Champions League, che consente oggi di affrontare il torneo facendo tesoro degli errori commessi nelle passate edizioni e soprattutto facendo fede ad una massima latina per la quale “memoria minuitur nisi eam exerceas”, cioè letteralmente: la memoria diminuisce se non la eserciti.

E infatti la memoria storica ha fatto si che i dirigenti bianconeri potessero orientare le proprie scelte verso un allestimento mirato e finalizzato al perfezionamento del reparto offensivo, che fino ad oggi non è quello che si è distinto maggiormente, ma che nel mese di maggio potrebbe essere proprio quello ad esaudire i desideri e tutti i sogni degli juventini.

 

 

 

Commenti