Allo Scida di Crotone, per lo scontro salvezza tra Crotone-Cagliari, il match inizia in maniera equilibrata. Al ’12 arriva la prima vera occasione per la squadra di casa con l’ex juventino Mandragora. Il tiro è debole e centrale e quindi non rappresenta alcun problema per il portiere sardo.

Intanto Walter Zenga deve assolutamente rinunciare a Stoian per infortunio. Tutto questo accade al ’27 e al posto dell’attaccante entra in campo Nalini che, regala alla partita, sin da subito, un ottimo impatto. Prova ad affondare appena entrato senza però realizzare. Alcuni minuti più tardi, nell’area rossoblù, avviene un contatto evidente tra il neo entrato Nalini e Faragò. Il direttore di gara consulta il Var e assegna il calcio di rigore al Crotone. Sul dischetto si presenta il centravanti Trotta che, spiazzando completamente l’estremo difensore, mette la palla in rete e porta gli squali in una posizione di momentaneo vantaggio.

La reazione degli ospiti non si fa attendere e, subito dopo il gol subito, cerca di proporsi in avanti riuscendo, però, solo a collezionare corner. Poco prima del ’40, Ceccherini rischia un clamoroso autogol ma i pronti riflessi di Cordaz risultano essere provvidenziali.

Negli ultimi minuti della prima fase di gioco succede un pò di tutto allo Scida. La prima grande occasione mancata è per il Crotone. Manca di poco il raddoppio di Ricci che, con una mezza rovesciata, cerca di mettere a segno un eurogol che, purtroppo, finisce di poco fuori. Subito dopo, il Cagliari, resta in dieci per via dell’espulsione ‘rimediata’ da Pisacane che, tra le tante proteste del pubblico, panchina e calciatori sardi, è costretto a lasciare il terreno di gioco.

Nel recupero viene assegnata una punizione da invitante posizione al Cagliari. Calcia Cigarini che, disegna una perfetta traiettoria e Cordaz resta letteralmente a guardare la palla che entra in rete. E’ 1-1.

Nella ripresa, la troup di Zenga, parte in quinta convinta di poter portarsi a casa i fondamentali tre punti. Intorno al ’20 arriva addirittura il gol del vantaggio dei calabresi con Barberis. L’arbitro annulla immediatamente per netto e visibile fuorigioco. Fino al resto della gara è completamente un monologo tutto casalingo. Nel finale ennesima consultazione del Var che annulla, ingiustamente, un altro gol al Crotone su colpo di testa di Ceccherini.

Finisce in pareggio.E’ 1-1. Sono punti persi per un Crotone in completa forma. E’ un punto, invece, guadagnato per il Cagliari che, con un uomo in meno, si ‘accontenta’ e continua a stare, in classifica, sui calabresi. Crotone 19. Cagliari 21.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here