Non saranno certamente 2000 euro di multa e l’inevitabile squalifica per l’ultima partita di campionato, rimediata dopo l’espulsione di domenica sera con l’Inter, a preoccupare Keita Balde, vero fenomeno di questa Lazio targata Inzaghi che, dopo il ritiro estivo ad Auronzo di Cadore, ne ha fatta di strada, evidenziando doti tecniche e personalità importanti.

Le sue prestazioni, sempre in crescendo dall’inizio del torneo, hanno attratto l’attenzione del Milan che, per lui, è pronto ad offrire la cifra richiesta da Lotito di 10-15 milioni, per liberarlo.

In realtà il Presidente biancoceleste non vorrebbe privarsene, ma il contratto in scadenza 2018 e la volontà del ragazzo di non rinnovare, impongono di prendere in considerazione le richieste che stanno arrivando in questi giorni.

Le polemiche che hanno accompagnato il rapporto del talento di origine senegalese, ma cresciuto calcisticamente nel Barcellona, con tutto l’ambiente laziale sono pian piano scemate, recuperando lo spazio necessario per conquistare l’affetto dei tifosi e la considerazione del suo allenatore, che in lui ha comunque creduto, valorizzandolo al momento opportuno.

I suoi goal e le encomiabili prestazioni, sfoderate soprattutto nella seconda parte della stagione, hanno convinto Fassone e Mirabelli che possa essere lui l’obiettivo per il ruolo di attaccante esterno del Milan.

E infatti, i contatti con il suo entourage, sono già stati ben avviati per trovare l’accordo decisivo, mettendo sul piatto la somma di 2,5 milioni a stagione, che probabilmente dovrebbero soddisfarne le richieste, definendo in tempi rapidi la trattativa.

Un’operazione lampo come la sua velocità in campo, che darà ai rossoneri un contributo importante per provare a tornare in Champions League, magari riuscendoci attraverso quell’Europa League, per la quale ha tanto lottato e con la quale vorrebbe presentarsi al calcio europeo, sperando, chissà, il prossimo 16 maggio 2018, allo Stade de Lyon, di Lione, di vincerla come non gli è riuscito in Coppa Italia.

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here