RAVENNA – TAVAGNACCO  1-5

RAVENNA WOMAN: Tampieri, Quadrelli, Manieri, Tucceri Cimini, Cuciniello, Campesi, Errico, Casadio, Baldini (78’ Barbaresi), Pugnali, Pittaccio. A disp.: Guidi, Muratori, Costantino, Carrozzi, Jones, Alunno. All.: Balacich-Rizzo.
UPC TAVAGNACCO: Ferroli, Martinelli, Frizza, Brumana, Tuttino, Polli (89’ Benedetti), Cecotti (83’ Veritti), Erzen, Catena, Mascarello (78’ Tortolo), Camporese. A disp.: Copetti, Donda, Clelland, Blarzino. All.: Cassia.
Reti: 21’ Polli, 29’ Brumana, 51’ Tucceri Cimini, 58’ Catena, 88’ Polli, 94’ Catena.
Arbitro: Anna Scapolo di Padova
RAVENNA – Uno scatenato Tavagnacco rifila una scottante manita alle ragazze di San Zaccaria e consolida il terzo posto sul podio, a soli due punti dal Brescia sconfitto dalla solitaria capolista Juventus.
La formazione con questo altro successo si dimostra sempre di più una splendida realtà in continua evoluzione.
Nonostante la parziale riapertura della gara da parte del Ravenna che aveva riacceso le speranze con l’1-2 di inizio ripresa, le ospiti dimostrano la loro voglia di portare a casa il risultato dilagando con altre tre reti.
Un clima freddo ma non piovoso accompagna tutti i 90 minuti. Inizia subito bene il Tavagnacco che per i primi 20 minuti fa sua la supremazia territoriale. Al 13′ capitan Brauma serve a rasoterra Polli che tira ma viene respinta dal portiere. Al quarto d’ora ci prova Mascarello che tenta un tiro dalla lunga distanza, solo la traversa le nega il gol e Brumana non riesce a sfruttare l’occasione per ribattere in rete. Continua il pressing gialloblu e al 23′ riescono a trovare per gioia loro la via del gol: Mascarello batte un buon calcio d’angolo e Polli è la prima ad arrivare e insacca, concludendo l’azione. Al 26′ Polli colpisce il secondo palo di giornata. Al 30′ la punizione sparata da Brumana si alza troppo e finisce nella rete ma di fondo campo. Il raddoppio arriva due minuti dopo:Brumana servita da Mascarello salta la n° biancorossa e mette a segno. Il Ravenna si rende pericoloso solo nei minuti prima della pausa ma le conclusioni sono poco precise.
Nel secondo tempo le padroni di casa entrano in campo con più convinzione e dopo qualche prova, riaprono la partita grazie a un’azione un po’ strana: Tucceri batte, la palla rimbalza in mezzo all’area e finisce paradossalmente in porta. All’8′ il capitano gialloblu guadagna una bellissima punizione dal limite, che termina alta. All’11’ arriva un’altra rete da palla inattiva per le ospiti che riabbassano il morale alle romagnole: sulla battuta di un corner ad opera di Camporese, si avventa Catena che trasforma in gol. Continua la spinta delle 11 udinesi pronte a concedere anche qualcosa di troppo pur di chiudere la partita. Al 40′ le ravennate potrebbero riaprire ancora i conti grazie a un errore dell’estremo difensore del Tavagnacco: Ferroli esce ma non trova la palla lasciando la porta aperta, Barbaresi la supera con destrezza ma sciupa clamorosamente sparando alle stelle. Per la legge go,l sbagliato, gol subito, ancora una volta la giovane Polli, classe 2000, controlla di petto, lascia rimbalzare e spedisce la palla in rete con un tiro da fuori area e regalandosi la doppietta personale. Nei 4 minuti di recupero concessi dal fischietto anche ella rosa, c’è tempo anche per la manita: al 48’ Veritti salva il pallone a un metro dalla porta e permette alla squadra di ripartire, trovando l’attenta Catena pronta a realizzare il gol del 5 a 1.
Il Tavagnacco riesce a sbancare l’ostico campo del Centro Sportivo “Massimo Soprani” e ora può veramente sognare…
Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here