Calcio – Coppa Italia – MILAN-UDINESE nei quarti

0
163

Queste le interviste del post partita di Milan-Spezia. Mister Tassotti: “Il passaggio del turno è la cosa più importante. Il recupero di Pazzini è molto importante. Sapere di contare su di lui è molto importante.”

MISTER MAURO TASSOTTI

“L’approccio alla gara è stato giusto. La squadra mi è piaciuta. Finchè siamo stati con la testa sulla gara è andata bene. Pazzini è stato molto in partita. Il gol, l’assist ed è andato alla battuta a rete molte volte. Ho visto delle buone trame di gioco assolutamente. Sono contento. Rami è molto esuberante. Deve capire di giocare semplice in fase difensiva.
La squadra deve mettersi in testa che anche sul 3 a 0 non deve mollare. Anche i cambi influenzano in questo. Abbiamo fatto un po’ di confusione. Questa è una vittoria per il Milan. Dobbiamo cercare di giocare in Europa il prossimo anno e questa strada sembra la più semplice.
E’ anche una vittoria di Allegri questa e delle sue impostazioni. Questa partita ci sono cose positive, con un finale non buono. Io sono legato allo staff di Allegri e a lui. Siamo rimasti tre anni e mezzo con lui. Mi sento anch’io responsabile di quello che è successo. Ora come l’anno dello scudetto. Il passaggio del turno è la cosa più importante. Il recupero di Pazzini è molto importante. Sapere di contare su di lui è fondamentale. Honda ha fatto buone cose. Bisogna che aumenti il ritmo. Tecnicamente è validissimo. Ha fatto un bel gol.
Non so cosa dirò a Seedorf. Lui conosce la squadra. Molti di loro hanno giocato con lui. Non credo che abbia mai tolto gli occhi da noi. Io chiarirò i dubbi o altro se mi chiederà qualche cosa al riguardo della rosa.

GIAMPAOLO PAZZINI
“Sono contento della gara. L’ultima partita da titolare risaliva ad otto mesi fa. Il gol e l’assist mi danno molta fiducia per guardare il futuro. Adesso siamo in una situazione un po’ cosi, diciamo difficile. Oggi contava solo vincere comunque, domani ripartiremo. Dobbiamo migliorare in molte cose, lo sappiamo tutti. Parlare poco e pedalare. Non stiamo facendo cose da Milan. Ora dobbiamo ripeterci domenica e dare un po’ di continuità al nostro rendimento. Con Honda mi trovo bene. Gioca tra le linee e usa molto bene il pallone. C’è da fargli solo i complimenti per come si è inserito.
Seedorf ha grande personalità. Me lo ricordavo quando giocava. Si faceva sempre dare il pallone ed era un grande campione. Ha vinto tutto. C’è curiosità di vederlo all’opera. Io ricordo comunque anche Allegri. Il suo esonero è stata una sconfitta importante per il gruppo.
Abbiamo fatto un girone d’andata pessimo. La colpa è anche dei giocatori. Con questo cambio, non abbiamo più alibi. Ora il senso di responsabilità è solo sulle nostre spalle.
Matri è forte. È stato molto sfortunato qui al Milan. Un pensierino al Mondiale ce lo faccio. Voglio stare bene e fare gol importanti per la squadra e per vestire in azzurro devo fare bene qui al Milan. Questo è poco ma sicuro.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here