Calcio, campionato riequilibrato e classifica autentica: l’onor del vero

0
392

Come al solito ognuno dà una lettura propria agli eventi del campionato e come sempre ogni passo falso è accolto da una parte, o dall’altra, come l’occasione per incoraggiare o affondare la lama del coltello nella piaga dell’avversario.

E così l’Inter non riesce superare il Torino, il Napoli pareggia col Chievo, mentre Juve, Roma e Milan (in attesa della Lazio bloccata dalla pioggia) vincono rispettivamente con Benevento, Fiorentina e Sassuolo, favorendo tutta una serie di valutazioni estemporanee, che lasciano il tempo che trovano.

L’unico dato confortante, e rilevante di questa dodicesima giornata, è la conferma della veridicità del torneo, tornato finalmente ad appassionare i tifosi di calcio e, soprattutto, le tribune degli stadi, come dimostrano i 71581 spettatori di San Siro, accorsi per la gara di mezzodì.

Il campionato è tornato più vero che mai, perché le forze in campo sono quelle che ci si aspettava dall’inizio; un livello soddisfacente che caratterizza le prime cinque ed un buon livello che conforta quelle della parte centrale.

E il risultato è sotto gli occhi di tutti: grande equilibrio e la necessità di lottare su ogni pallone per guadagnarsi la vittoria.

La novità del quarto posto valido per la Champions League e, conseguentemente, di un altro in più per l’Europa League, stuzzica tutti quei club come Sampdoria, Torino, Atalanta e Fiorentina, ragionevolmente più motivati per tornare nuovamente alla ribalta del movimento italiano.

Forse saranno davvero gli scontri diretti ad assegnare di diritto la partecipazione alla prossima Champions League, ma il complessivo livellamento della qualità tecnica delle migliori squadre del campionato, potrebbe anche restituire un premio maggiore: un confronto più efficace in Europa e una competizione più dignitosa in Italia.

Per molto tempo si è creduto di meritare il palcoscenico internazionale pur non avendo concretamente le possibilità di calcarlo adeguatamente; oggi, questa fase di rinnovamento, darà la spinta per tornare a combattere con i club migliori, in attesa di batterli per arrivare fino alla vetta: a ragion veduta ed ad onor del vero…

Commenti