Vigilia della gara con la Juve Stabia, l’occasione a disposizione di mister Atzori per incontrare gli organi d’informazione, presentare i temi della gara e chiarire l’interpretazione dovuta alle parole da lui rilasciate in settimana ai microfoni della radio ufficiale della Reggina, Touring 104. “So che una mia intervista ha fatto discutere in settimana. Sarebbe opportuno, però, si discutesse in merito a quanto ho realmente detto e non in riferimento a quanto è stato, a volte erroneamente, riportato. Chi l’ha ascoltata sa che non ho detto che la Reggina sia più scarsa di 12 squadre in questo campionato, tantomeno che faticheremo a stare dalla parte sinistra della classifica: esclusivamente che, per farlo, dovremo lavorare ogni giorno con la giusta umiltà”.
In un passaggio dell’intervista rilasciata a Touring 104, radio ufficiale della Reggina, mister Atzori si era detto, “soddisfatto del mercato condotto dalla Reggina, ho una buona squadra e ce la giocheremo con tutti”. Conferma e ribadisce la sua idea, specificandola ulteriormente. “Ho un gruppo con ampi margini di miglioramento, che deve dimostrare di essere all’altezza di obiettivi ambiziosi. L’unico modo che conosco per farlo è lavorare duro, impegnarsi con serietà e mantenendo un basso profilo nella crescita individuale e di squadra”. Nessun volo pindarico, dunque, tantomeno allarmismo. “La mia squadra deve giocarsela con tutti, e lo farà. Esiste una sola visione all’iinterno della Reggina: io e il Presidente vogliamo vincere, vedere una squadra che gioca sempre con l’obiettivo di vincere, con la giusta mentalità contro ogni avversario. Quello che volevo dire e che sottolineo anche oggi è che non dobbiamo dare nulla per scontato, mai. Non partiamo mai battuti o vincitori, con nessuno. E’ sempre il campo a parlare”.
Il raffronto con la squadra dell’anno scorso? Atzori è categorico. “Non voglio più parlarne, non ci sono dati oggettivi per valutare. Concentriamoci su questa squadra e questo campionato”.
Arriva la Juve Stabia, domenica al Granillo. “Squadra di grande carattere e solidità, con un allenatore che conosco e di cui apprezzo le qualità e la capacità di adottare numerose soluzioni tattiche. E’ una squadra di categoria, che ha uomini di livello in ogni reparto. Sono un gruppo attrezzato per disputare un altro ottimo campionato, ho visto le due gare che hanno già giocato e con lo Spezia avrebbero meritato di vincere”.
Seconda partita in casa, per mettere alle spalle la brutta prestazione di Lanciano. “Ho parlato a lungo con i ragazzi, sono convinto abbiano capito cosa non ha funzionato e dove abbiamo sbagliato: quei regali non dovremo concederli più. I nuovi? Falco e Genitli non sono in perfette condizioni, Foglio è il più pronto a livello atletico. Maza? Sta ritrovando la forma, il ragazzo mi piace, ha qualità. Cocco titolare? Vedremo, Andrea e Federico Gerardi hanno le stesse possibilità di esser titolari domani. Cocco sta crescendo, allenandosi come piace a me, con la giusta attenzione, cattiveria, determinazione. Deciderò domani”.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here