Busto Arsizio (Varese) – Si e suicidato il Killer che uccise la Promoter Marilena Rosa Re

0
194

Suicida in carcere il killer di Marilena Rosa Re, la promoter uccisa e fatta a pezzi nel 2017.

Il killer di Marilena Rosa Re, promoter 58enne uccisa e fatta a pezzi, si è suicidato in carcere. Vito Clericò, 64enne di Garbagnate Milanese (Milano), era stato condannato in secondo grado all’ergastolo per l’omicidio avvenuto nel 2017.

L’uomo, come riporta Ansa, si è tolto la vita soffocandosi con alcuni sacchetti dell’immondizia nel bagno comune del carcere di Busto Arsizio (Varese). Ha lasciato una lettera dove ha spiegato il suo gesto, criticando l’operato della giustizia.

Marilena Rosa Re, l’omicidio di Garbagnate

L’omicidio della promoter, nel 2017, aveva sconvolto la città di Garbagnate Milanese. La vittima e il killer, infatti, per alcuni anni erano stati per anni vicini di casa, in via Livorno.

In seguito, nonostante il trasferimento di Marilena Rosa Re a Castellanza (Varese) erano rimasti in contatto. Il movente dell’efferato omicidio sarebbe la mancata restituzione di circa 80.000 euro che la vittima aveva prestato a Clericò.

Quando la promoter chiese indietro i suoi soldi, il pensionato la uccise con “almeno 6 colpi di natura contusiva” alla testa, con un’arma che non fu mai ritrovata, e poi seppellì il corpo nell’orto di via Volta, dopo aver decapitato il cadavere e gettato il cranio in un campo. L’uomo fu arrestato poco più di un mese dopo.

Commenti