Buick GNX: la muscle car a motore “piccolo” all’asta

Un esemplare con pochissimi Km sarà messo in vendita a gennaio dalla Barrett-Jackson

0
395
buick gnx

Una muscle car che si rispetti ha otto cilindri, e la cubatura è di quelle che fanno girare la testa. Tranne una: la Buick, con la GNX, ha dimostrato che una pony car può essere cool anche con due cilindri in meno, con una cilindrata al di sotto dei quattro litri, e con un turbo per dargli la stessa cavalleria di un V8. Ed è stato un successo. Un esemplare di questa icona sta per andare all’asta: la Barrett Jackson ne venderà una nel suo evento clou di Scottsdale, Arizona, il prossimo gennaio. La vettura ha pochissimi Km, ed ha avuto un proprietario celebre.

Ma cos’è una Buick GNX?

Il concept nasce nel 1975, quando la Buick tira fuori il motore V6 da 3.8 litri turbo. La sua idea è quella di diversificare la sua gamma di muscle car, dimostrando che un motore piccolo ma sovralimentato può dare le stesse prestazioni di un big block. La vettura che rappresenta maggiormente il nuovo corso del costruttore affiliato a GM è la Regal, modello a due porte che debutta nel 1978. Con questa macchina Buick conquista il titolo della NASCAR Grand National Series (antenata dell’attuale serie XFinity) nel 1981 e nel 1982. Per celebrare il successo sportivo, la casa realizza una versione speciale della Regal, la Grand National. Con la sua caratteristica livrea nera, e con interni dedicati con il logo, la Grand National raggiunge i 245 CV, diventando la muscle car più potente sul mercato. Per l’ultimo anno di produzione, il 1987, Buick vuole stupire ancora, migliorando un pacchetto già di per sé valido. Si rivolge alla ASC McLaren, già nota per le sue Mustang elaborate, chiedendole di rendere la loro creatura più performante. E così con un motore riequilibrato, un turbo Garrett più grande, sospensioni più rigide con barra Panhard modificata, una livrea nera lucida con cerchi dedicati ed una strumentazione circolare, la GNX (acronimo di Grand National Experimental) va in produzione in serie limitata, 542 esemplari. Con i suoi 276 CV, la vettura accelera da 0 a 100 Km/h in 4.5 secondi, sverniciando la concorrenza. La GNX è talmente cult che molti proprietari modificano le proprie Grand National, per realizzare delle repliche!

L’esemplare all’asta dal proprietario famoso

L’esemplare della GNX che sarà in vendita è appartenuta proprio a persone che considerano questo modello un oggetto da collezione: lo dimostra l’odometro, che segna appena 112 Km, e lo stato di conservazione, che tradisce una cura maniacale. Uno di questi proprietari è d’eccezione: trattasi di Nicola Bulgari, fondatore dell’omonima marca di lusso. Bulgari è un noto collezionista di Buick d’epoca, e l’ha posseduta fino al 2009. Il secondo proprietario è un pilota di drag racing, a sua volta collezionista, che l’ha conservata come una reliquia. L’esemplare è completamente originale, senza ritocchi o modifiche di sorta. L’asta inizierà il 22 gennaio e si concluderà il 30 dello stesso mese, alla sede della Barrett-Jackson di Scottsdale, Arizona. L’auto sarà venduta senza un prezzo di riserva: pronti a fare la vostra offerta?


Link all’asta

La Ferrari 512 BBi di Belmondo in vendita all’asta