Bruxelles promuove Pnrr italiano: Von der Leyen a Cinecittà

Entro luglio l'arrivo dei primi 25 miliardi di euro, anticipo di 191,5 che affluiranno entro il 2026

0
378
Bruxelles Pnrr

Buona notizie per l’Italia: la Commissione Europea ha assegnato voti alti al Piano di rilancio nazionale. Su undici capitoli esaminati, la valutazione del Pnrr italiano contiene dieci A e soltanto una B relativa alla voce costi.

Ursula Von der Leyen nel mitico Studio 5 di Fellini?

Sarà la presidente Ursula von der Leyen a svelare la “pagella” italiana oggi a Cinecittà, durante il suo incontro con il premier Mario Draghi. Nei giorni scorsi la presidente ha portato le valutazioni Ue anche in altre capitali, e visitato alcuni progetti che il Recovery finanzierà. Per la Commissione rappresenta una risposta bilanciata e completa alla situazione economica e sociale, e contribuisce in maniera efficace ad affrontare le sfide identificate dalle raccomandazioni specifiche della Ue.

Bruxelles Pnrr: via libera al pre-finanziamento

Nella sua valutazione la Commissione Ue dà il via libera al 13% di pre-finanziamento all’Italia: 25 miliardi di euro entro luglio. Ed è solo un anticipo di quei 191,5 miliardi che affluiranno gradualmente nel paese fino al 2026, consentendo di sbloccare riforme e investimenti. Una rivoluzione destinata a durare nel tempo e a far riguadagnare all’Italia le posizioni perse su crescita, occupazione, produttività e competitività.

In arrivo le prime scadenze

Il governo pensa già alle prime scadenze: “A fine mese approveremo le norme anticorruzione e sulla trasparenza” ha affermato il ministro della pubblica amministrazione Renato Brunetta, anticipando quello che entro fine giugno il Cdm dovrà approvare il disegno di legge sulle norme anticorruzione e sulla trasparenza e concorrenza previste dal calendario del Pnrr.

Leggi anche