Brittoli (Pescara) – Uccide il padre per difendere la madre

Omicidio a Pescara, lite in famiglia finita in tragedia: padre ucciso dal figlio

0
244

Omicidio famigliare in provincia di Pescara: uccide il padre per difendere la madre, vittima di maltrattamenti. I dettagli della vicenda.

Una lite in famiglia si è trasformata in un tragico omicidio. A Brittoli, un piccolo paese in provincia di Pescara, un uomo di 47 anni ha ucciso suo padre per difendere la madre. La vicenda si è svolta questa mattina intorno alle 8.30, cominciata con un acceso litigio tra un 74enne, Cesidio Cocco e la moglie 66enne, con la donna vittima di un’aggressione. Il figlio, intervenuto per opporsi alla violenza del padre, durante la colluttazione con il genitore lo ha colpito con una sedia, provocandone la morte. Ora il 47enne è indagato in stato di libertà per omicidio.

Una brutta vicenda, quella di Brittoli, in provincia di Pescara, scaturita da una lite interna alla famiglia e termitana nel sangue. La vittima è un uomo anziano di 74 anni, che dalle prime ricostruzioni sembra essere stato ucciso da un colpo di sedia sferrato da suo figlio, che stava difendendo la madre dalle violenze del marito.

Una volta dato l’allarme i soccorritori del 118 sono sopraggiunti sul luogo del delitto con un elicottero arrivato da Pescara, cercando di rianimare Cocco, che però aveva già perso la vita. Gli investigatori, guidati dal Procuratore della Repubblica di Pescara Andrea Papalia, stanno valutando il caso: per il figlio assassino potrebbe esserci l’attenuante di aver agito per legittima difesa. Il cadavere della vittima è stato trasportato nell’obitorio dell’ospedale ‘Spirito Santo’ di Pescara e nelle prossime ore verrà effettuata l’autopsia, per accertare le cause del decesso.

Commenti