Brad Pitt al telefono con la NASA: “Meglio io o Clooney?”

0
421

In occasione dell’uscita del suo nuovo film “Ad Astra”, l’attore ha effettuato una chiamata molto particolare alla NASA, informandosi sulla vita nello spazio e scherzando sulle sue capacità attoriali.

Brad Pitt chiama, la NASA risponde. Si è tenuta infatti lunedì, a Washington, la chiamata fra la star di Hollywood e un astronauta della NASA, Nick Hague, collegato attraverso il Mission Control Center di Houston.

“Domanda più importante: Chi controlla la musica nella stazione spaziale?” chiede l’attore. “Abbiamo una playlist che ruota, facciamo a turno” risponde Hague “è bello perché la musica ha un respiro internazionale. Ascoltare musica tipica russa a cena è un cambio interessante, ti espone a nuovi stimoli”.

Pitt interpreta Roy McBride, un astronauta nello spazio alla ricerca di suo padre, scomparso in una missione anni prima. Nel suo viaggio interplanetario si imbatterà nei misteri che minacciano la vita umana sulla Terra. Il titolo “Ad Astra” si rifà al latino “verso le stelle”, contenuto nella nota frase latina “Per aspera ad astra”.

Pitt ha inoltre domandato ad Hague se i suoi movimenti “gravità-zero” all’interno del film siano credibili pur essendo girati in uno studio cinematografico e l’astronauta gli ha fatto una piccola dimostrazione. Infine l’attore ha posto una domanda “che necessita della competenza di Hague”: “Chi è stato più credibile: Clooney o io?” Pitt è un intimo amico di Clooney, i due hanno infatti condiviso lo schermo svariate volte (basti pensare alla trilogia di Ocean diretta da Steven Soderbergh) e l’attore ha deciso di scherzare, comparando la sua performance in “Ad Astra” a quella del collega nel pluripremiato film di Alfonso Cuarón “Gravity” (2013). “Tu, decisamente” la risposta di Hague.

Il film, presentato in anteprima in questa edizione del Festival del cinema di Venezia, uscirà nelle sale statunitensi il 20 settembre e in quelle italiane il 26.

Commenti