OMS sospende i test su un vaccino

OMS sospende i test su un vaccino: la cura miracolosa di Trump può essere molto pericolosa, gli studi lo hanno dimostrato

0
383
OMS sospende i test su un vaccino OMS sospende i test su un vaccino

L’OMS sospende i test su un vaccino. Inizialmente si pensava di utilizzare il farmaco idrossiclorochina per testarlo come vaccino. Inseguito, ha destato preoccupazione per la sicurezza. Durante una conferenza stampa, il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha dichiarato che l’organizzazione che ha richiesto la sospensione temporanea degli esperimenti clinici sull’uso dell’idrossiclorochina in via precauzionale.

Questi test venivano eseguiti da numerosi scienziati di molti Paesi. La decisione è arrivata dopo la pubblicazione venerdì scorso nella rivista Lancet di uno studio che definiva la clorochina e i suoi derivati, quindi anche la idrossiclorochina non efficaci quando non dannosi. Alcuni hanno ritenuto questo studio confuso, e hanno deciso di proseguire l’utilizzo di questo metodo in alcuni ospedali.

Tra questi, l’infettivologo francese Didier Raoult, uno dei pionieri nell’utilizzo della idrossiclorochina. L’infettivologo ha affermato di voler continuare a utilizzare questo metodo nell’ospedale per le malattie infettive di Marsiglia dove lavora.

La cura di Trump

Lo studio ha anche suggerito che il farmaco potrebbe causare problemi cardiaci nei pazienti, aumentando in questo modo il rischio di morte. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha ripetutamente promosso il farmaco. Dichiarando in numerose interviste, che lo stava prendendo di frequente.

I medici utilizzano solitamente il farmaco per l’artrite reumatoide Nelle settimane passate aveva dimostrato alcuni possibili benefici nel combattere il coronavirus. Per questo motivo i medici lo utilizzano come terapia in assenza di una medicina specifica o di un vaccino.

Questo farmaco è inoltre utilizzato come medicina antimalarica, sono ormai numerosi gli studi che dimostrano i suoi effetti collaterali.

Gli studi

Uno studio avvenuto nell’ospedale di Shanghai è stato svolto con 150 pazienti non gravi, malati di coronavirus. I pazienti si sono divisi in due gruppi, il primo era costituito per più della metà da uomini e l’età media era circa di 46 anni. Queste persone hanno preso idrossiclorochina per curarsi. Il secondo gruppo invece ha continuato delle cure standard.

Tra coloro che hanno utilizzato l’idrossiclorochina non hanno registrato effetti antivirali. Inoltre, l’unico paziente che ha aggravato le sue condizioni di salute faceva parte di questo gruppo.

Analizzando invece gli effetti collaterali, nei pazienti seguiti con cure standard erano il 9%. In quelli curati con idrossiclorochina erano il 30%.

Commenti