Le infrastrutture Huawei 5G non esisteranno più in UK

Tutte le infrastrutture Huawei 5G nel Regno Unito verranno rimosse, ed entro il 2027 vieteranno qualisasi infrastruttura Huawei

0
176
infrastrutture Huawei 5G

Dal primo gennaio 2021, i fornitori di telefonia mobile nel Regno Unito non potranno più acquistare infrastrutture Huawei 5G. Inoltre, entro il 2027 dovranno essere rimosse tutte le tecnologie fornite dall’azienda cinese, compreso il 4G. Queste infrastrutture vengono acquistate dai fornitori britannici da circa 15 anni e da questo momento in poi, Huawei verrà esclusa.

Infrastrutture Huawei 5G: una minaccia nazionale

E’ stato il segretario digitale Oliver Dowden a comunicare la decisione. Questa scelta è in linea con le sanzioni imposte dall’America, che ritiene che l’azienda sia una minaccia per la sicurezza nazionale. Huawei ha negato le accuse.

La tecnologia 5G permette a internet una maggiore velocità e la possibilità di supportare più dispositivi wireless insieme. Le infrastrutture quindi sarebbero un vantaggio per tutti. Sarà molto più semplice giocare online, guardare video di qualità superiore o praticale il lavoro da casa. Le connessioni 5G sono già disponibili in UK, tuttavia, tendono ad avere una connessione scarsa. Questa decisione ritarderà di un anno l’implementazione della nuova tecnologia nel Regno Unito.

“Questa non è stata una decisione facile, ma è quella giusta per le reti di telecomunicazioni del Regno Unito. Per la nostra sicurezza nazionale e la nostra economia, sia adesso che a lungo termine” ha detto Oliver Dowden. Infatti, il costo cumulativo delle mosse, sommato alle precedenti restrizioni contro Huawei, ammonterebbe a circa 2 miliardi di sterline.

Un passo indietro

Nei mesi scorsi, il governo britannico aveva dato parziale libertà all’azienda cinese. In seguito, ha deciso di fare un passo indietro e seguire la strada degli Stati Uniti. Il cambio di direzione è stato causato da alcune analisi delle agenzie di intelligence. Queste agenzie hanno rilevato un rischio per la sicurezza nazionale, nell’affidare una tecnologia come quella del 5G a un’azienda strettamente legata al regime cinese.

Ed Brewster, portavoce di Huawei nel Regno Unito, ha espresso la sua opinione: ” Quella britannica è una decisione deludente e una cattiva notizia per chiunque abbia un telefono cellulare nel Regno Unito”.

Nonostante questo, Huawei non avrà limitazioni nella capacità di vendere i propri smartphone ai consumatori. “È diventato discutibile se il Regno Unito possa fornire un ambiente commerciale aperto, equo e non discriminatorio per le aziende di altri paesi.” Ha affermato l’ambasciatore della Cina nel Regno Unito.

Una mossa politica

Non sono soltanto le infrastrutture Huawei 5G a preoccupare i funzionari britannici. A maggio gli Stati Uniti hanno introdotto nuove sanzioni volte a fermare la produzione di chip da parte dell’azienda cinese. La motivazione di Trump è stata che l’azienda fornisce un gateway per la Cina. Secondo l’amministrazione americana, questi chip potrebbero essere utilizzati dal governo cinese per spiare gli altri paesi.

In questi avvenimenti dobbiamo considerare una possibile valenza politica. A spingere il Regno Unito a cambiare direzione, potrebbe essere stato il suo desiderio di stringere un accordo commerciale con gli USA. Inoltre, non dobbiamo dimenticare le recenti tensioni tra occidente e oriente, per la gestione dell’epidemia da parte del governo cinese e per il suo trattamento di Hong Kong.

Commenti